Sostegno alla natalità, il Comune di Avezzano apre la porta alle domande. Di Berardino: “contributi fino a 600 euro per acquisto beni di prima necessità”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Scatta il piano di sostegno sociale dell’amministrazione Di Pangrazio per le famiglie in difficoltà con bambini da 0 a 3 anni. L’operazione, nell’ambito del piano regionale, passa attraverso l’avviso pubblico, emesso dall’Ente, che prevede l’erogazione di buoni spesa destinati a famiglie con disagio economico per l’acquisto di beni di prima necessità per bambini dai 0 a 3 anni. Per accedere ai benefit le famiglie dovranno presentare l’istanza entro le 12 del 23 agosto.

   “Le azioni a sostegno della natalità”, spiega il vice sindaco con delega al sociale, Domenico Di Berardino, “hanno l’obiettivo di promuovere e garantire il benessere e lo sviluppo dei minori, il sostegno e il ruolo educativo dei genitori e la conciliazione dei tempi di lavori e di cura”.

Con i buoni erogati dal settore sociale, guidato da Maria Laura Ottavi, i nuclei familiari con bambini 0-36 mesi, più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid e in stato di bisogno ammessi al sostegno potranno acquistare beni di prima necessità compresi gli indumenti per i propri figli.    

Un ulteriore contributo è previsto per l’acquisto di beni di prima necessità ai nuclei familiari in cui è presente una gestante o un solo genitore con figli fino a 14 anni di età, in condizioni economiche disagiate. L’importo complessivo massimo dei buoni spesa concesso a ogni nucleo familiare, comunque, è di 600 euro. Gli interessati potranno visualizzare scaricare la modulistica disponibile sul sito www.comune.avezzano.aq.it., oppure ritirare i moduli allo sportello di segretariato sociale, in via Vezzia 32/A il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12,30; giovedì dalle 15 alle 17.