Sospeso e variato senza preavviso il servizio di trasporto: il Sindaco di Rocca di Botte contro Cotral



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Rocca di Botte – Il Sindaco di Rocca di Botte, Fernando Marzolini, divulga tramite Internet una lettera aperta (la seconda a quanto pare) che ha inviato alla società Cotral spa, concessionaria del servizio di trasporto pubblico. Le proteste del primo cittadino di Rocca di Botte scaturiscono dai disagi che molti cittadini stanno vivendo negli ultimi giorni proprio a proposito dei trasporti pubblici.

Senza alcuna comunicazione ufficiale” scrive Marzolini nella sua lettera “ignorando le regole dell’etica e del vivere civile e sociale, è stato sospeso e variato un servizio pubblico necessario e indispensabile a studenti e pendolari nonché ad avventori occasionali che frequentano e orbitano nel nostro territorio di confine … “sempre più di frontiera invalicabile”“.

Continua poi il Sindaco “Non è assolutamente vero che la Cotral opera solamente nel Lazio, è palese a tutti che nel Comune di Carsoli esiste addirittura un capolinea dove arrivano e partono Bus che trasbordano passeggeri. Non è serio né opportuno sostenere che la Cotral, in quanto tale, potrebbe anche non fare alcuna fermata a Rocca Di Botte per i motivi sopra indicati“.

Il primo cittadino di Rocca di Botte, in conclusione, chiede: un sopralluogo congiunto tra tecnici Cotral e responsabile Tecnico del Comune di Rocca Di Botte al fine di rilevare ostacoli e impedimenti al normale transito di bus; verifica della distanza del centro abitato alla fermata in località “Bar la Mola” ed eventuale apposizione di segnaletica orizzontale e verticale.