Rinnovato il Consiglio della Provincia dell’Aquila: ecco gli eletti e la soddisfazione del centrosinistra



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Provincia – Si è votato ieri, dalle 8 alle 20, presso la sede di Via Monte Cagno a L’Aquila, per il rinnovo del Consiglio della Provincia dell’Aquila che rimarrà in carica, come prevede la Legge Delrio, per due anni. Ricordiamo che alla tornata elettorale, essendo la Provincia Ente di secondo livello, partecipavano soltanto gli amministratori dei comuni che esprimevano voti ponderati in base al numero di abitanti, ovvero per i comuni sotto i 3.000 abitanti il singolo consigliere poteva rappresentare 33,58 voti, tra i 3.000 e i 5.000 abitanti il voto valeva 114,14, tra 5.000 e 10.000 abitanti il voto contava 185,72, da 10.000 a 25.000 abitanti pesava 400,79 e superiore ai 25.000 abitanti il voto fruttava 787,72. Alle urne sono stati chiamati 1.265 amministratori e hanno effettivamente votato 873 pari al 71%.

Questi i voti della liste

Lista n. 1 “Provincia unita” voti 29.520 – 4 eletti

Lista n. 2 “Per la Provincia dell’Aquila” voti 43.244 – 5 eletti

Lista n. 3 “Provincia Insieme” voti 8.588 voti – 1 eletto

Questi i nominativi degli eletti che affiancheranno il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso:

Per la lista “Per la Provincia dell’Aquila”

1)      VINCENZO CALVISI              voti ponderati 8.484

2)      LUCA ROCCI                            voti ponderati 6.996

3)      GIANLUCA ALFONSI            voti ponderati 6.659

4)      FRANCESCO DE SANTIS       voti ponderati 6.539

5)      BERARDINO MORELLI         voti ponderati 5.532

 

Per la lista “ Provincia Unita”

1)      PAOLO ROMANO                          voti ponderati 6.132

2)      FABIO CAMILLI                            voti ponderati 5.292

3)      ROBERTO GIOVAGNORIO         voti ponderati 4.667

4)      GIOVANNI DI MASCIO               voti ponderati 4.432

 

Per la lista “Provincia Insieme”

1)      ANDREA RAMUNNO                   voti ponderati 5.813

A tutti gli eletti un augurio di buon lavoro – dichiara il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso -, nella certezza che, l’attività svolta nel corso di questi due anni di legislatura, possa continuare per il bene delle comunità con rinnovato impegno e determinazione.

 

Nota stampa del Partito Democratico della Provincia L’Aquila:

Siamo soddisfatti del risultato politico che la consultazione provinciale ha evidenziato. Il centrosinistra unito rappresenta una forte e valida alternativa alle destre che governano la regione senza risultati e senza programmi. Abbiamo ottenuto un risultato che nella sua dimensione complessiva evidenzia il radicamento del centrosinistra sul territorio con una crescita di quasi 10.000 voti al centrosinistra rispetto alle votazioni di due anni fa. E questo nonostante la mancanza di importanti voti di maggioranza nei grandi centri. Dopo questo esito elettorale i rapporti di forza in consiglio provinciale cambiano: ora stabiliremo priorità e programmi per il governo della provincia dei quali la Presidenza dovrà tenere debito conto e ai quali dovrà dare seguito. Auguri agli eletti, grazie a tutti coloro che si sono candidati e grazie a tutte le amministratrici e amministratori  che hanno sostenuto il nostro progetto di Provincia Unita. Una riconoscenza particolare ai candidati del PD che hanno partecipato con entusiasmo e senso della comunità a questa battaglia mettendo al primo posto la politica e dopo i destini personali.

Nota stampa di Giuseppe Di Pangrazio

Esprimo grande soddisfazione per l’elezione dell’amico Roberto Giovagnorio a consigliere pronvinciale. Il lavoro di una grande squadra composta dai migliori amministratori locali ha portato a questo importante risultato per il territorio Marsicano. Siamo in consiglio provinciale. Siamo rappresentati da un professionista di grande spessore che non potrà che giovare al nostro territorio. Buon lavoro a Roberto e a tutto il consiglio provinciale.