Omicidio badante: giudizio immediato fissato a settembre



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli – “Abbiamo rinunciato alla scelta dell’abbreviato e per questo compariremo in dibattimento davanti ai giudici della Corte d’Assise dell’Aquila il 19 settembre prossimo, data fissata per lo svolgimento del giudizio immediato”.

Omicidio badante: giudizio immediato fissato a settembreLo ha reso noto l’avvocato Paolo Frani, legale di Andrei Feru, il 52enne romeno accusato di omicidio volontario per la morte di Catalin Bucatarula Iuliana, avvenuta a novembre scorso in un’abitazione di Colli Di Monte Bove, frazione di Carsoli.  In quell’abitazione la donna, che assisteva un anziano, era stata trovata esanime.

Dopo essere stata trasportata d’urgenza in ospedale era morta qualche giorno dopo. Tutto era sembrato ricondursi ad un incidente, ma le indagini dei Carabinieri della compagnia di Tagliacozzo, coordinati dal capitano, Silvia Gobbini, hanno portato all’ipotesi di omicidio.

Il 10 febbraio scorso, in seguito all’indagine, è stato arrestato il cinquantaduenne romeno.

“Il mio assistito – ha ribadito l’avvocato – continua a dichiararsi estraneo ai fatti e a respingere le accuse; nel frattempo – ha concluso Frani – stiamo aspettando anche che si fissi l’udienza in Cassazione in relazione al rigetto della richiesta di revoca della misura cautelare”.

Il 27 febbraio scorso, infatti, i giudici del Tribunale del Riesame dell’Aquila avevano hanno respinto la richiesta del legale confermando il carcere per Andrei Feru.




Lascia un commento