13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
La necropoli di Val Fondillo
La necropoli di Val Fondillo
Opi – La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico, tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi...
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Marsica – L’inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona nel 1888 fu un evento di grande importanza per l’Italia perché segno un passo fondamentale nello sviluppo delle infrastrutture di trasporto del...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » Linea Tua Avezzano-Pescara, i pendolari:”Non ci stiamo più ad essere trattati come passeggeri di serie b”

Linea Tua Avezzano-Pescara, i pendolari:”Non ci stiamo più ad essere trattati come passeggeri di serie b”

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio

Avezzano – Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un gruppo di pendolari della linea Tua Avezzano-Pescara.

“Ogni mattina, zaino alle spalle, – scrivono – viaggiamo da Avezzano a Pescara utilizzando il servizio di trasporto pubblico offerto da TUA che parte alle 6.15 da Piazzale Kennedy e arriva alla stazione di Pescara Centrale alle 8.10 (quando va bene!), per poi affrontare il viaggio di ritorno alle 14:15. 

Oramai da circa 8 mesi, ci ritroviamo a viaggiare in condizioni assurde che, in alcuni giorni della settimana, divengono addirittura impossibili da sostenere. Per questo motivo, il 13 marzo scorso, stanchi dell’ennesimo “viaggio della speranza”, abbiamo pensato di rivolgerci direttamente all’Azienda di Trasporto Pubblico scrivendo una email  elencando gli innumerevoli  disagi che da diversi mesi ci troviamo a tollerare per ben sei giorni alla settimana. Missiva rimasta completamente inevasa!!!

Per questa ragione, e non solo, abbiamo pensato di rivolgerci ad una testata giornalistica online nel tentativo di essere ascoltati. 

In breve, quindi, proviamo adesso ad elencare tutta quella serie di disagi e di problematiche che viviamo e che ci stanno davvero rendendo la vita da pendolari, più difficile di quanto già non sia. 

Anzitutto, la principale problematica è legata al mezzo che risulta essere estremamente scomodo e rumoroso, inadatto per una tratta che dura in totale quattro ore al giorno (2 ore d’andata e 2 ore di ritorno) che, moltiplicato per le ore di viaggio settimanali, risultano essere 24 ore e, quindi, 96 ore totali al mese. 

L’autobus è un mezzo a metano sensibilissimo alle buche ed alle numerose disomogeneità del manto stradale; è talmente rumoroso da impedire addirittura (specie ai passeggeri che occupano la parte anteriore del mezzo) di interloquire: gli scricchiolii, i botti, i tonfi continui fanno sì che, al termine del viaggio, noi passeggeri scendiamo dal mezzo con il mal di testa. Per intenderci si vive un’esperienza di viaggio che solitamente si prova nei mezzi impiegati nei tratti urbani. 

Il secondo (gravissimo) problema è legato al portabagagli. Ci hanno spiegato che trattandosi di autobus a metano, il serbatoio di rifornimento occupa la parte bassa del mezzo riducendo lo spazio dove riporre i bagagli. In particolar modo, il lunedì e il venerdì (giorni in cui viaggiano molte persone con valigie) capita che, esaurito lo spazio del portabagagli, si inizi a riempire la navata centrale con borse e trolley di ogni sorta che iniziano a volare di qua e di là ad ogni curva. Inutile dire che lo spazio che viene sacrificato di più è quello riservato ai disabili (la fortuna ha voluto che, fino ad adesso, mai un disabile con carrozzina sia salito a bordo). Spesso è accaduto che i bagagli vadano a sbattere violentemente sulle pareti del bus, e, sovente, non è mancato qualche colpo agli stinchi di qualche povero/a malcapitato/a. Ora ci chiediamo se, a rigor di logica, è mai possibile (oltre che sensato) impiegare un mezzo del genere sulla tratta  Avezzano-Pescara. 

Il mezzo, poi, non è dotato di tende e questo -nonostante ci stia facendo risparmiare sui saloni di bellezza e sulle lampade abbronzanti- non è tanto confortevole tenendo conto delle temperature estive pescaresi. 

Esiste solo una corsa per il viaggio di ritorno alle ore 14:15 il che costringe diversi pendolari a dover pagare due abbonamenti: uno con la TUA per il viaggio di andata ed uno con Prontobus per il ritorno alle ore 13:00, 15:00 o alle 17:00.

La forza di protestare contro un disservizio pubblico (che francamente ci saremmo risparmiati ben volentieri se l’Azienda ci avesse risposto o avesse preso provvedimenti per risolvere i problemi) ci è stata data l’altro giorno quando, fermi alla stazione di Pescara ad aspettare l’autobus, ci è capitato di notare che, in partenza da Pescara, vi era un autobus di TUA diretto a L’Aquila di tutt’altra sembianza e fattezza. Un mezzo “Mercedes” e/o “Setra” che scommettiamo garantisca una qualità di viaggio di gran lunga diversa dalla nostra. 

Non ci stiamo più ad essere trattati come passeggeri/utenti di Serie B, anche e, soprattutto, perché i danari con cui acquistiamo biglietti ed abbonamenti contano quanto quelli dei passeggeri/pendolari di altre zone della Regione (Pescara e/o L’Aquila).

La settimana scorsa, per l’ennesima volta, ci siamo recati agli Uffici della Tua ad Avezzano ed abbiamo esposto le suddette problematiche al responsabile dell’ufficio movimento il quale ci aveva assicurato che, nel giro di qualche giorno, avrebbe provveduto, in via definitiva, a risolvere tale incresciosa situazione.

Orbene, oltre al danno anche la beffa!!!! Il mezzo a metano è stato sostituito da un Mercedes nei soli giorni di lunedì e venerdì (così per darci il c.d. “contentino”) mentre, per tutta la settimana siamo costretti a viaggiare di nuovo con l’autobus a metano!!!! Tale stato di cose non è più sostenibile. Presto contatteremo anche la Dirigenza della TUA, che sicuramente non è stata informata, al fine di tutelare i nostri diritti e, finalmente, viaggiare alle stesse identiche condizioni degli altri cittadini”

PROMO BOX

José Borges
Sirente Bike Marathon 20052024 camp reg fci abruzzo marathon
IMG-20240521-WA0000
FB_IMG_1716223877738
pietrucci-pierpaolo
WhatsApp Image 2024-05-20 at 12.48
60 mila prodotti contraffatti finiti sotto sequestro grazie alle indagini eseguite dalle Fiamme Gialle
Pescasseroli si prepara alla magnifica infiorata del Corpus Domini, i lavori prenderanno il via il 1° Giugno
Cammino dell'Accoglienza, 3 giorni di trekking dalla Valle Roveto ad Avezzano attraverso la montagna di Luco e la cresta del Salviano
L'antica Torre medievale di Collarmele è interessata da lavori di manutenzione straordinaria
Avezzano si prepara a commemorare le circa 100 vittime civili del bombardamento del 1944
Comune di Capistrello
Lavoro agricolo di qualità e lotta al caporalato: istituzione della Sezione Territoriale della rete nella provincia dell'Aquila
Alone luminoso intorno al sole: il particolare fenomeno ottico in una foto di Arturo Di Felice
Diversi atti vandalici registrati a San Benedetto dei Marsi, sindaco Cerasani: "Abbiamo raggiunto il limite, faremo denuncia"
IMG-20240520-WA0003
Il 20 Maggio è la Giornata Mondiale delle Api, fondamentali rigeneratrici di biodiversità
FIAB L’Aquila "Più Bici in Città" propone la Pedalata per Alfonsina Strada, in memoria dell'impresa al Giro d'Italia 1924
Il trasaccano Biagio Venditti protagonista, insieme a Diego Abatantuono, del film "L'ultima settimana di settembre"
Cammino dei Briganti
FB_IMG_1716189675115
Nuova opera street art a Pescocanale, il Comitato Feste 2023 regala un murale dedicato ai migranti
WhatsApp Image 2024-05-20 at 08.28
688A1481-1536x1024

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina