La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Pescina – In un’estate degli anni ’80 fece sosta presso la stazione F.S. di Pescina il famoso “Treno Verde” con una mostra itinerante organizzata dal Ministero dei Trasporti,...
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
La necropoli di Val Fondillo
La necropoli di Val Fondillo
Opi – La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico, tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi...
Cerca
Close this search box.
Home » Avezzano » La mobilitazione delle masse dopo le vittorie riportate in Africa (estate1936)

La mobilitazione delle masse dopo le vittorie riportate in Africa (estate1936)

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Giusti
Antonio Giusti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Lo zuccherificio di Avezzano
Lo zuccherificio di Avezzano

Legate al contesto sociale del momento, le indicazioni dello storico De Felice, occupano, come sempre, un ruolo essenziale per la nostra ricerca: «Gli ultimi mesi del 1935 e la prima metà del 1936 videro il popolo italiano stretto attorno a Mussolini e al regime come non mai, in una sorta di esaltazione e di entusiasmo collettivi, via via che le vittorie militari e le difficoltà nelle quali si dibattevano la Società delle Nazioni e i governi di Londra e Parigi davano esca all’esaltazione patriottica e all’orgoglio nazionale» (1).

Infatti, l’estate del 1936 fu piena d’iniziative che galvanizzarono non poco le masse marsicane e italiane. Si registrarono ben 530.000 domande d’iscrizione alla milizia, per formare 778 battaglioni. Oltretutto, i volontari e i fautori dell’impresa africana ebbero gratis la tessera del partito fascista. 

Centomila fucili furono assegnati ai fasci giovanili e settecentomila bambini furono ammessi alle colonie estive. 

Il 13 luglio ad Avezzano, Enzo Celebrano, sostituì al comando della 132ª legione Monte Velino il capitano Gaetano Spallone, reduce dalla campagna d’Africa (2). 

Tutti i giornali del regime con articoli infervorati sul duce, dichiararono alle nazioni europee che l’Italia avrebbe costruito in Africa strade e mezzi di comunicazione: «perché le genti d’Etiopia possano entrare in contatto fra loro e scambiare i loro prodotti, migliorando le loro condizioni di esistenza». Il viceré Rodolfo Graziani, rincarò la dose, chiamando questa iniziativa: «Le strade della gloria». 

Il 19 agosto dello stesso anno, tra borghi imbandierati ed esultanza delle popolazioni, Mussolini con i soliti atteggiamenti oltranzisti, partecipò alla trebbiatura di novantamila quintali di «grano seminato nel giorno dello storico discorso di Pontina», quando ormai «la redenzione dell’Agro romano era stata finalmente compiuta» e già si firmavano i nuovi patti colonici (3).

Lo Zuccherificio di Avezzano lavora a pieno ritmo

In questa fase di eccitazione e consensi, occorre riconoscere, come ben specifica lo storico Emilio Gentile, che: «Il processo di integrazione totalitario era una rivoluzione continua, che richiedeva una capillare organizzazione della collettività nel campo della politica, della produzione e del tempo libero, e la costante mobilitazione delle masse» (4). 

Queste indicazioni possono ben riferirsi alla Marsica in festa, per il sopraggiungere del prefetto e del segretario federale (Avezzano, 13 luglio 1936). Le alte personalità della provincia, dopo essere state accolte dalle autorità locali furono accompagnate a visitare il Fucino dai dirigenti delle organizzazioni degli agricoltori. In questo periodo di mietitura tutta la zona era in grande fermento e già si erano organizzati: «i servizi assistenziali predisposti dall’Unione provinciale Lavoratori dell’Agricoltura per i mietitori forestieri a Celano, Avezzano, Luco dei Marsi e Trasacco». Dopo la visita ai posti di ristoro e ai dormitori costruiti per i mietitori, la nutrita comitiva si recò a ispezionare l’azienda agricola del principe Torlonia: «interessandosi dell’andamento delle colture ed intrattenendosi con i dirigenti dell’Azienda e con i lavoratori agricoli presenti. Poi, le autorità provinciali si portarono all’Incile del Fucino e, in ultimo, allo Zuccherificio di Avezzano, dove visitarono oltre al vecchio stabilimento, anche le nuove costruzioni che formeranno, insieme con l’impianto già esistente, una delle più grandi distillerie di alcool in Italia». Al termine dell’evento, il prefetto e il segretario federale espressero «il loro vivo compiacimento per la grandiosità delle opere visitate» (5).

NOTE

  1. R.De Felice, I. Gli anni del consenso 1929-1936, cit., p.616.
  2. Il Messaggero, Anno 58° – N.143-167, giugno-luglio 1936. Occorre specificare che, nonostante la vittoria in Africa, il bilancio delle sanzioni europee inflitte all’Italia, raggiunse oltre un miliardo di lire.
  3. Ivi, Anno 58° – N.171-198, Sabato 18 Luglio 1936. La spina dorsale dell’Impero. La strada del 40° parallelo, Addis Abeba; Giovedì 20 Agosto 1936. Una grande conquista del lavoro italiano.
  4. E.Gentile, Il culto del Littorio. La sacralizzazione della politica nell’Italia fascista, Economica Laterza, Bari-Roma 2001, p.148.
  5. Il Messaggero, Anno 58° – N.167, Martedì 14 Luglio 1936, p.4. Il Prefetto ed il Federale di Aquila visitano il Fucino.

PROMO BOX

Domani a Ortona dei Marsi l'inaugurazione del Museo degli insetti Entoma
La stazione ferroviaria di Pescina e il progetto mai attuato di trasporto su rotaia dei prodotti del Fucino
Dopo 27 anni le Frecce Tricolori tornano a L'Aquila per l'Airshow del 25 e 26 Maggio
"Casa della salute mobile" a Civita d'Antino: consentirà di effettuare screening oncologici
FB_IMG_1716297966272
Elezioni europee dell'8 e 9 Giugno, il Comune di Avezzano predispone il servizio gratuito di trasporto disabili ai seggi
Isweb Avezzano Rugby: promozione storica orgoglio d’Abruzzo
mercato
WhatsApp Image 2024-05-20 at 09.14
Incentivi economici alle imprese abruzzesi che assumono giovani disoccupati fino a 35 anni
Sciame sismico in area flegrea, la Protezione Civile attiva l'unità di crisi e allestisce aree di accoglienza per la popolazione
Inaugurazione nuova Big Bench a Pescocanale: domenica 26 Maggio presentazione della panchina gigante sulla montagna della Renga
Una femmina di lupo avvistata tra i campi di Fucino (video)
Comune di Celano
José Borges
Sirente Bike Marathon 20052024 camp reg fci abruzzo marathon
IMG-20240521-WA0000
FB_IMG_1716223877738
pietrucci-pierpaolo
WhatsApp Image 2024-05-20 at 12.48
60 mila prodotti contraffatti finiti sotto sequestro grazie alle indagini eseguite dalle Fiamme Gialle
Pescasseroli si prepara alla magnifica infiorata del Corpus Domini, i lavori prenderanno il via il 1° Giugno
Cammino dell'Accoglienza, 3 giorni di trekking dalla Valle Roveto ad Avezzano attraverso la montagna di Luco e la cresta del Salviano
L'antica Torre medievale di Collarmele è interessata da lavori di manutenzione straordinaria

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Dino Zaghini
Dino Zaghini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Antonio Giusti
Antonio Giusti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina