La battaglia dei sindaci sul caro pedaggi non si ferma: indette manifestazioni presso i caselli autostradali nella giornata di sabato



Carsoli РIeri mattina, presso il comune di Carsoli, si sono riuniti molti dei sindaci e dei consiglieri di Abruzzo e Lazio, per ribadire, ancora una volta, il loro dissenso al caro pedaggi autostradale: presente anche il Presidente della Provincia Angelo Caruso, che da sempre appoggia i sindaci in questa battaglia. Dopo 4 anni, continua ancora la battaglia dei sindaci, diretta ad avere risposte certe e concrete tramite un provvedimento definitivo, affinch̩ si possa scongiurare la stangata sugli aumenti dei pedaggi, prevista dal 1 luglio 2022.

“Abbiamo trovato totale indifferenza ai tanti appelli fatti ai vertici. Abbiamo inviato nuovamente una lettera al Ministro delle Infrastrutture e ai deputati e senatori delle regioni Abruzzo e Lazio, con 114 sindaci firmatari“, afferma la capolista del movimento, Velia Nazzarro, sindaco di Carsoli.
“Non abbiamo mai avuto risposte, non è dato sapere delle trattative tra Ministero e Strada dei Parchi e per questo siamo preoccupati. Sono stati calpestati i principi di rispetto tra le istituzioni, ma noi siamo qui e non ci arrendiamo”, continua la Nazzarro.
Manifestazione pacifica organizzata prevista per sabato 19 marzo, dalle ore 10 alle ore 12, presso i caselli autostradali, per dire ancora una volta NO AI RINCARI AUTOSTRADALI: “Distribuiremo dépliant agli automobilisti al fine di sensibilizzare tutti i cittadini ad unirsi a noi in questa battaglia. Combatteremo fino all’ultimo”, conclude il primo cittadino di Carsoli. 

Reporter Manuel Conti



Leggi anche