Intense perturbazioni interesseranno la Marsica



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Evoluzione meteo TM - 18-25 Gennaio 2016Meteo Marsica
Purtroppo, per gli amanti dello scii e del freddo, nelle prossime ore non è prevista nessuna discesa d’aria fredda. Tuttavia, vi saranno impulsi d’aria fresca e modestamente instabile di origine polare-marittima, provenienti da una profonda depressione presente sulla Penisola Scandinava.
Essi a tratti indeboliranno la struttura anticiclonica che ci protegge dalle perturbazioni atlantiche e determineranno un’innocua nuvolosità variabile a partire dai settori nord-occidentali del nostro territorio marsicano e in particolar modo nelle giornate di lunedì e di martedì. Tali nuvole saranno accompagnate da timide schiarite, nonostante possano dare luogo a deboli piogge, merito il contributo di una massa d’aria umida e mite in risalita dal Nord Africa. Nelle giornate di mercoledì e di giovedì, le schiarite si faranno più significative e le condizioni meteorologiche risulteranno ventilate e abbastanza discrete.
Tra giovedì e venerdì e in particolare nella giornata di venerdì, un’intensa perturbazione nord-atlantica, rappresentante un fronte freddo e perturbato, darà luogo ad annuvolamenti composti principalmente da nembostrati, questi ultimi accompagnati da rovesci di pioggia, localmente di moderata e di forte intensità, tali saranno maggiormente insistenti sui settori occidentali. La tesa ventilazione, ruoterà repentinamente dai quadranti settentrionali in talune giornate.
Nel corso del fine settimana, due intense perturbazioni di matrice nord-atlantica, seguite da masse d’aria fredda di origine polare-marittima e seguite da una profonda depressione, potrebbero consentire un brusco peggioramento delle condizioni meteo sullo stivale e sulla Marsica, attraverso piogge e temporali localmente di forte intensità e nevicate fino a quote medie/medio-basse.
Evoluzione del tempo
Nelle ultime ore, un promontorio di alta pressione di matrice Subtropicale, ha ripristinato condizioni meteorologiche stabili e soleggiate sulle regioni centrali e meridionali, grazie soprattutto alla Subsidenza atmosferica, che ha consentito l’evaporazione della maggior parte delle nubi, favorendo cieli tersi o sereni, permettendo ai più intensi sistemi depressionari, di divincolarsi e di veicolare verso più alte latitudini.
L’Anticiclone di matrice Subtropicale, si ergerà “a baluardo” sulla nostra penisola fino alla giornata di lunedì trasportando deboli e tiepide correnti meridionali, le quali ruoteranno in senso orario attorno a tale figura barica. Il campo di alta pressione inizierà ad indebolirsi dalle regioni settentrionali alle regioni centrali, facenendo trapassare qualche modesto impulso d’aria fresca e instabile proveniente da una profonda depressione che sta investendo la mitteleuropa e la penisola scandinava.
Le infiltrazioni d’aria moderatamente fredda in quota e molto instabile soltanto sulle regioni del Nord Italia, consentiranno rinforzi della ventilazione settentrionale, anche e soprattutto sul nostro territorio marsicano, sul quale soffieranno a tratti moderatamente e non risulteranno particolarmente freddi, nonostante la percezione di freddo in caso di forte vento indotta dal Wind Chill. Esse accompagneranno nuvole alternate a sprazzi di Sole o di tempo bello, tali addensamenti nuvolosi, che interesseranno le regioni del Centro e del Sud nella giornata di lunedì, daranno luogo a un’innocua ma consistente nuvolosità variabile. Nel corso delle giornate di martedì e di mercoledì, invece, altri impulsi modestamente instabili, daranno luogo a una nuvolosità variabile associata a qualche debole e locale piovasco sulla Marsica centro-orientale e occidentale.
Anche la giornata di giovedì risulterà in parte discreta, in essa aumenterà il vento, che soffierà dai quadranti meridionali, annunciando l’ingresso di un fronte freddo e instabile dal Nord Europa. La perturbazione attraverserà il Nord Italia e, entro la giornata di giovedì, interesserà le regioni settentrionali, per poi traslare verso sud-est, investendo anche le regioni tirreniche, centrali e centro-meridionali e meridionali. Entro la giornata di venerdì, sarà dunque sorvolata anche la Marsica, ove la perturbazione, avvicinandosi attraverso nuvole nembostrati grigie e minacciose di pioggia, direttamente dai settori occidentali del nostro territorio marsicano, si estenderà ad esso, dando vita a moderati/forti rovesci di pioggia, accompagnati da una tesa ventilazione settentrionale, la quale, accompagnando masse d’aria sempre più fredda in quota, permetteranno nevicate fino a quote medie sul nostro Appennino centrale e sul resto delle montagne marsicane.


Lascia un commento