Impronta di gatto su una tegola d’epoca romana rinvenuta ad Alba Fucens



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Alba Fucens – L’archeologia riserva spesso piccole tracce di un vissuto che, nella sua semplicità, avvicina il passato più lontano ai giorni nostri. La dottoressa Emanuela Ceccaroni ha mostrato un’immagine originale e, allo stesso tempo, piuttosto divertente.

Si tratta dell’impronta di una zampina lasciata da qualche gatto parecchi secoli fa su una tegola di argilla. L’oggetto è stato rinvenuto ad Alba Fucens nel 2020. Come ci spiega l’archeologa, l’animaletto è passato sul materiale quando questo non era ancora ben asciutto, lasciando così la sua impronta.