Appello dei ristoratori di Trasacco a Marsilio: “Non abbiamo bisogno di un sostegno ma di un risarcimento”

Appello dei ristoratori di Trasacco a Marsilio: “Non abbiamo bisogno di un sostegno ma di un risarcimento”
Trasacco – Un appello è stato rivolto alla Regione Abruzzo e, in particolare, al Presidente Marco Marsilio da parte dei ristoratori di Trasacco divulgato attraverso la pubblicazione di un breve video realizzato dal fotografo Antonio Oddi.
Presenti nel video Paola Quaglieri ristorante “Il Granaio”, Alessandro di Passio del ristorante “Olimpo”, Grilli Valeria del ristorante “Pane e olio” e Pierpaolo De Foglio del ristorante “De Foglio”.
A parlare per prima è Paola Quaglieri: “Chiediamo di considerare la differente posizione geografica del territorio che lui rappresenta. Finora l’unico sostegno che abbiamo avuto è stato dato dall’Amministrazione Comunale e dal Sindaco, che ringraziamo, togliendoci le imposte e le tasse, e per tre volte dandoci dei sostegni per portare avanti le nostre famiglie. Oltre a noi gestori esistono tutte le famiglie che lavorano attorno a noi e presto, purtroppo, saremo tutti redditi di cittadinanza”.
“Abbiamo pagato a mala pena le bollette delle utenze con i sostegni” dichiara Di Passio “non abbiamo bisogno di un sostegno ma di un risarcimento perché uno Stato che ci fa chiudere e ci toglie il diritto al lavoro ci deve risarcire per quello che ci ha tolto. Un’impresa ha bisogno di poter ripartire. Per riaprire abbiamo bisogno di ingenti investimenti e abbiamo bisogno di condizioni certe per farlo”.
“Sarebbe il caso di sentire i ristoratori e le singole categorie che sanno quali sono i nostri problemi e dove si deve intervenire. Non possiamo essere soggetti ad imposizioni venute dall’alto, da chi non ha una minima idea di come si gestisce un ristorante. E le rappresentanze delle categorie devono provenire da più parti della Regione perchè non possiamo essere rappresentati da rappresentanti del pescarese e del teramano, cioè da zone già ricche per la loro allocazione geografica” continua Quaglieri.
“È importante che le persone abbiano la stessa dignità lavorativa” conclude.

A Tagliacozzo il grido degli ambulanti riecheggia in un insolito mercato deserto

A Tagliacozzo il grido degli ambulanti riecheggia in un insolito mercato deserto
Tagliacozzo, come la maggior parte dei comuni marsicani, torna in zona rossa, una zona che porta nuovamente scompiglio nelle varie categorie dei commercianti.
Abbiamo passeggiato tra i pochi banchi del mercato di Tagliacozzo, con gli ambulanti arrabbiati ed esasperati da una situazione incerta che si protrae ormai da più di un anno.

Il Marsicano Fabio Ciccarelli e l’idea Drink In, la piattaforma digitale sul mondo del beverage

Il Marsicano Fabio Ciccarelli e l'idea Drink In, la piattaforma digitale sul mondo del beverage
Il mondo si evolve, cambia, soprattutto in un momento complicato come questo che stiamo vivendo: ci si reinventa al fine di trovare soluzioni alternative.
Da qui nasce l’idea rivoluzionaria di Drink In, la piattaforma digitale che mira ad istruire ed educare sul mondo del beverage a 360 gradi.
Il giovane avezzanese Fabio Ciccarelli, insieme a Richard Linden (proprietario della Dublin Bar Academy), ha portato avanti con coraggio e speranza questo progetto: il lancio della piattaforma, grazie anche ai finanziamenti ricevuti, è previsto tra alcune settimane.

Taekwondo, Anastasia diventa allenatrice di taekwondo e istruttrice di ginnastica funzionale

Taekwondo, Anastasia diventa allenatrice di taekwondo e istruttrice di ginnastica funzionale
Il mondo del taekwondo diventa un vero e proprio passaggio di testimone nella famiglia Anniballi: Oscar, istruttore di taekwondo, ha sicuramente inciso sulla passione di sua figlia Anastasia che, sulle orme del padre, è diventata un’allenatrice di taekwondo e istruttrice di ginnastica funzionale.
Parleremo della palestra Zen Fitness e di come la pandemia ha rivoluzionato il modo di educare ed insegnare questo sport.

A poco più di un anno dallo scoppio della pandemia qual è lo stato di salute psicologica degli italiani?

A poco più di un anno dallo scoppio della pandemia qual è lo stato di salute psicologica degli italiani?
Lo  abbiamo chiesto alla dottoressa Lucia Vernile, Psicologa e Psicoterapeuta, esperta di Psicologia dell’Emergenza. Con lei ci siamo addentrati nei risvolti della nuova quotidianità che ha preso il sopravvento nella vita di ognuno di noi dopo lo scoppio della pandemia.
Al termine dell’intervista video, la dottoressa ha voluto lanciare un messaggio di speranza, che vede nella riscoperta della condivisione e della solidarietà fra le persone, una dimensione più piena dell’esistenza. Nessuno si salva da solo. Questo il paradigma di una nuova consapevolezza difficile da far passare in una società molto individualista, egoista e competitiva.
Ogni esperienza negativa può essere elaborata, a patto di essersi dotati nel tempo, di quello che lei definisce, un kit di sopravvivenza psicologica. Ovvero tutte quelle esperienze che forgiano la personalità dell’individuo permettendogli di superare gli inevitabili imprevisti della vita. Non sempre ci si riesce, per questo esistono gli psicologi.

Nuovo reparto di terapia sub intensiva all’Ospedale Civile di Avezzano, LE INTERVISTE

Nuovo reparto di terapia sub intensiva all'Ospedale Civile di Avezzano, LE INTERVISTE

Avezzano – Sono 6 i posti letto del nuovo reparto sub intensiva, inaugurato oggi all’ospedale civile di Avezzano alla presenza del Direttore Generale ASL 1 Roberto Testa e dell’assessore all’emergenza Covid Mariateresa Colizza e i consiglieri regionali Angelosante e Quaglieri.

“Quello di oggi è un ulteriore potenziamento della rete Covid con questi 6 posti letto ricavati da precedenti spazi che ospitavano altre strutture”, commenta il direttore generale Testa, che prosegue: “Questo su Avezzano è un primo intervento e sarà seguito a brevissimo dal completamento del pre triage e dal potenziamento della rianimazione.
Per fare dei lavori ci sono i tempi tecnici e gli iter burocratici che si sono svolti più rapidamente possibile. Quello di oggi è un risultato importante, come lo sono tutti quelli ottenuti precedentemente.

Domani saremo a Castel di Sangro per inaugurare il pre triage, la settimana prossima saremo a L’Aquila per poter completare i posti letto in malattia sub intensiva.
Consideriamo che tutto ciò è stato fatto mantenendo un’attività assistenziale in essere”.
“Siamo molto felici perché abbiamo bisogno di questi posti”, sono le parole dell’assessore Colizza, che aggiunge: “In questo momento i contagi stanno aumentando e questa dotazione di 6 posti letto costituisce sicuramente un motivo di ristoro e di tranquillità.
Dobbiamo monitorare costantemente l’andamento dei casi, la pressione sulla struttura sanitaria sta aumentando, e sappiamo benissimo che le chiusure dipendono proprio dalla tenuta delle strutture sanitarie”.

Presenti anche i consiglieri regionali Angelosante e Quaglieri che hanno espresso la loro soddisfazione riguardo tale progetto. Ha sottolineato il consigliere regionale Simone Angelosante: “Questo nuovo reparto ci consentirà di affrontare con più sicurezza questa terribile ondata che in questi giorni in particolare sta colpendo la nostra Marsica.
Questo reparto lo vedo come punto di transizione e non come punto di arrivo, infatti stiamo ovviamente spingendo per avere i posti in rianimazione che purtroppo sono in ritardo.
Stamattina ho parlato con i tecnici e mi hanno assicurato che massimo entro 3 settimane inaugureremo anche quelli.

Tengo a ribadire che quei posti non sono per malati Covid, ma sicuramente per tutte quelle altre categorie di malati che rischiano di essere abbandonati, alleggerendo così da malati ordinari altri reparti a L’Aquila e a Sulmona, destinati invece ai malati Covid”.
Conclude con un appello: “Voglio fare un appello alla nostra gente marsicana: oggi ci stanno colpendo duro, i numeri non sono buoni, pertanto invito a rispettare le norme.

È una battaglia che non si vince con la furbizia, ma con l’unità di tutti quanti, perché uniti ce la faremo. Con questi posti letto respireremo un po’, ma è importante non ammalarsi”.

“Sicuramente è un grande traguardo, è un reparto nuovo dotato di tecnologia di ultima generazione con un sistema di monitoraggio continuo dei pazienti”, afferma il consigliere regionale Mario Quaglieri, che conclude speranzoso: “Si comincia a vedere qualcosa di buono e di efficace, per assistere in maniera pronta e di livello le persone affette da Covid avanzato”.

A Tagliacozzo scende il numero di contagi, Giovagnorio: “Siamo fiduciosi”

A Tagliacozzo scende il numero di contagi, Giovagnorio: "Siamo fiduciosi"
Tagliacozzo – Il comune di Tagliacozzo esce dalla zona rossa e torna in quella arancione: scende la curva dei contagi e si registrano numerose negativizzazioni.
Il primo cittadino, Vincenzo Giovagnorio, si dice fiducioso e ribadisce che in questo fine settimane di feste saranno rafforzati rafforzati i controlli sul territorio.
“Auguro a tutti i cittadini una serena Pasqua, con l’auspicio di tornare presto ad abbracciarci”, conclude Giovagnorio.

Esorcizzare il covid si può: impazza sui social il video parodia dei due giovani avezzanesi Federico Laguzzi e Claudio Danese

Esorcizzare il covid si può: impazza sui social il video parodia dei due giovani avezzanesi Federico Laguzzi e Claudio Danese

Avezzano – I due avezzanesi i Federico Laguzzi e Claudio Danese  strappano un sorriso a tutti gli abruzzesi grazie al video parodia sulla pandemia: un testo musicale in chiave dialettale che in un solo giorno ha raggiunto più di 9.000 visualizzazioni.

Già in precedenza, a marzo scorso, avevano realizzato un video simile, sempre al fine di sdrammatizzare una situazione difficile per il mondo intero.

“Per noi è un hobby, non lo vediamo in una prospettiva lavorativa. Ci piace semplicemente infondere speranza e buon umore”, dicono i due giovani.
“Ci auguriamo che tutto questo finisca presto e che si possa tornare alla normalità”.