Caruscino, amianto abbandonato su campi coltivati



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

AvezzanoI rifiuti di amianto sono classificati dalla legge tra i rifiuti speciali, tossici e nocivi. La pericolosità di questo tipo di rifiuto consiste nella sua friabilità e, infatti, le sue polveri costituiscono un pericolo per la salute se inalate. No si è certi, almeno finora, se costituisca un rischio per la saluta anche l’ingerimento di queste particelle. Tuttavia, il ritrovamento di amianto abbandonato su campi destinati alla coltivazione non è certamente una buona notizia, come non lo è in qualsiasi altro luogo. Per altro, se vi è amianto su campi coltivati, il rischio di inalazione delle particelle nocive non è nullo. Esse potrebbero essere, ad esempio, sprigionate nell’aria e inalate se un mezzo agricolo passa sui i rifiuti in questione.

Tali rifiuti in amianto si trovano nella frazione avezzanese di Caruscino.
Su via S. M. Delle Case e sui campi ad essa adiacenti, infatti, ci sono parecchie lastre di eternit. Alcune di esse sono completamente in frantumi, il che incrementa la possibilità che si diffondano nell’aria particelle di amianto.

Il ritrovamento di questo tipo di rifiuto ha destato subito preoccupazione nei residenti del quartiere, i quali giustamente si auspicano una tempestiva bonifica del campo onde evitare possibili conseguenze più gravi per la salute della cittadinanza.

Resta sicuramente un gesto irresponsabile e incivile che è stato compiuto in totale assenza del rispetto per l’ambiente oltre che per la salute dei residenti. L’ideale sarebbe certamente un intervento immediato volto alla rimozione dell’amianto.

   Matteo di Domenico e Giuseppe Rodorigo