Caccia in Abruzzo, Imprudente approva la proroga del calendario venatorio per alcune specie

L’Aquila – È stata approvata, in seguito ai lavori del Consiglio regionale e su proposta del vicepresidente della giunta regionale con delega alla caccia Emanuele Imprudente, la deliberazione di modifica al calendario venatorio 2020-2021.
Tale delibera giunge in seguito alle limitazioni imposte dai DPCM in merito al Covid-19, che hanno causato non pochi disagi ai cacciatori, tra cui la sospensione dell’attività venatoria per l’area rossa.
Pertanto viene prorogata al 31 gennaio 2021 la caccia al cinghiale, tenendo in considerazione le importanti questioni relative alla proliferazione di tale specie sul territorio regionale, causa di numerosi incidenti stradali e di ingenti danni alle attività agro-economiche.
Viene inoltre prorogata al 20 gennaio 2021 la caccia a Beccaccia, Cesena, Tordo bottaccio e Tordo sassello, mentre al 10 febbraio 2021 il Colombaccio.