Blitz nel Fucino: irregolari 11 aziende agricole



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano Undici aziende agricole, risultate tutte irregolari, 92 braccianti agricoli di cui 90 provenienti da Paesi extra-UE trovati illeciti per lavoro “in nero”‘, violazioni in materia di orario di lavoro e di sicurezza nei luoghi di lavoro riferiti a 52 lavoratori.

E’ uno dei risultati del blitz “Alt Caporalato”, nella zona dell’Agro Fucino eseguita da una task force composta dagli Ispettorati Territoriali del Lavoro di L’Aquila – quale coordinatore – di Cagliari-Oristano, Roma e Napoli, insieme al personale ispettivo della locale ASL, ai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di L’Aquila, e dei Comandi Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, con la partecipazione dei mediatori culturali messi a disposizione dall’Oim e la collaborazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Oltre alle sanzioni sono stati emanati 2 provvedimenti di sospensione dell’attività di altrettante aziende per la presenza accertata di 6 lavoratori completamente “in nero”, tra cui 3 braccianti provenienti da Paesi extra-UE privi di permesso di soggiorno.