A rischio taglio le faggete secolari a Cappadocia sui monti Simbruini, con abbattimento di imponenti alberi di 1 metro di diametro


lLe Associazioni: “area protetta a livello europeo con orso bruno, picchio dorsobianco, balia dal collare, specie legate proprio alle faggete vetuste. 
Il Comune di Cappadocia (AQ) vuole sottoporre a taglio commerciale quasi 100 ettari delle faggete dei Monti Simbruini con alberi di oltre 120 anni e abbattimento di migliaia di piante tra cui esemplari di 1 metro di diametro.
Si tratta di due progetti distinti rispettivamente su 42 e 56 ettari presentati nel giro di pochi giorni dal Comune alla Regione Abruzzo per l’autorizzazione. L’area è sottoposta a stretto regime di tutela essendo sia Zona Speciale di Conservazione sia Zona di Protezione Speciale a livello comunitario per la presenza di specie e habitat particolarmente protetti.
Stiamo parlando di un sito fondamentale per orso bruno, picchio dorsobianco, balia dal collare e tante altre specie rarissime e minacciate”.  

“Gran parte di questi organismi ha bisogno per vivere di faggete vetuste con grandi alberi.
Le associazioni hanno depositato puntuali osservazioni nel procedimento di Valutazione di incidenza Ambientale rilevando palesi carenze negli elaborati rispetto alle informazioni obbligatorie previste dalle norme, come le Linee guida nazionali sulla Valutazione di Incidenza Ambientale del 2019.
In particolare:-mancano dati relativi all’abbondanza delle diverse specie nelle aree di taglio, da raccogliere secondo gli standard internazionali (transetti; punti di ascolto ecc);-si prevede incredibilmente di selezionare attivamente il taglio proprio degli alberi più grandi, con centinaia di piante oltre i 55 cm di diametro con punte oltre gli 80 fino ad arrivare a proporre l’abbattimento di piante imponenti di un metro di diametro. Questo confligge con tutte le indicazioni gestionali derivate dagli studi scientifici sulla tutela e conservazione delle specie presenti;-non sono riportati i dati sull’effetto cumulo tra i due progetti o tra questi e altri appena realizzati dal Comune:-non è chiarito quali interventi verranno effettuati con gli utili del taglio, visto che il comune deve reimpiegare i proventi dell’uso civico per azioni di miglioramento forestale”.

“Le associazioni ricordano che sono passati 25 anni dall’entrata in vigore delle procedure di valutazione di incidenza per gli interventi nei siti della rete europea Natura2000. La qualità della documentazione dovrebbe essere ben diversa, redatta da specialisti delle diverse specie come d’altro lato previsto dalle Linee guida nazionali pubblicate in gazzetta ufficiale a fine 2019, varate per giunta per rispondere a una procedura di pre-infrazione della UE aperta contro l’Italia proprio a causa della deficitaria azione del paese rispetto alla tutela di questi siti. 
Nonostante ciò la Regione Abruzzo per i tagli forestali ha addirittura omesso la pubblicazione obbligatoria della documentazione sul proprio sito web come dispongono le norme del 2019, violando palesemente i diritti alla partecipazione del  pubblico ai procedimenti valutativi. Solo un esposto depositato a giugno 2022 dalle associazioni ha sbloccato la situazione; da allora la regione ha pubblicato quasi 40 progetti in poco più di un mese, gran parte dei quali mostra gravissime carenze. 
Chiediamo quindi alla Regione di respingere immediatamente progetti non coerenti con le finalità delle direttive comunitarie 147/2009 “Uccelli” e 43/92/CE “Habitat e privi dei requisiti minimi progettuali.
La conservazione dell’orso bruno, degli uccelli forestali e dello stesso patrimonio forestale è prioritario rispetto all’uso commerciale di un territorio che è un patrimonio naturalistico di livello internazionale”.

Qui i documenti sui due progetti:
https://www.regione.abruzzo.it/content/taglio-colturale-loc-appacina-di-campolungo-comune-di-cappadocia-aq
https://www.regione.abruzzo.it/content/taglio-interlacare-di-diradamento-fuustaia-di-faggio-comune-di-cappadocia-aq

COMUNICATO STAMPA : STAZIONE ORNITOLOGICA ABRUZZESE APSLEGA ITALIANA PROTEZIONE UCCELLI SALVIAMO L’ORSO

Promobox

Alla Scoperta Della Scuola Di Alta Formazione 'Sapere Aude': Aperte Le Iscrizioni Per I Nuovi Corsi Di Formazione

Tanti i percorsi formativi e di aggiornamento su scala nazionale che questa scuola, da oltre 6 anni, propone ai tanti corsisti che si immergono in nuove esperienze, ampliando il loro bagaglio culturale con passione e dedizione, grazie anche al lavoro di un team altamente qualificato e specializzato, vicino alle esigenze di ognuno di loro.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Sul bus senza biglietto, ma si rifiutano di scendere: intervengono i carabinieri

Avezzano – Sorpresi dal controllore senza biglietto, si rifiutano di scendere. È successo questa sera sull’autobus in partenza da Avezzano alle 20,15 e diretto a Lecce dei Marsi dove diversi ...


Capistrello piange la scomparsa di Franco Croce, aveva 63 anni

Capistrello – Capistrello in lutto per la morte di Franco Croce, 63 anni. Croce per tanti anni ha prestato servizio come oss presso la Asl1. ...

Un memorial per ricordare Chiara D’Elia scomparsa a soli 36 anni

San Benedetto dei Marsi – Un torneo di tennis, rodeo di doppio misto, per ricordare Chiara D’Elia scomparsa lo scorso 5 settembre. Il memorial, organizzato ...

Violento impatto ad Avezzano, coinvolte due auto

Avezzano – Un incidente si è verificato poco fa nei pressi dal Liceo Scientifico di Avezzano, ad un incrocio. Due le auto coinvolte. Si tratta ...

Le mura ciclopiche di Alba Fucens in una cartolina di inizio ‘900

Alba Fucens – Nella vecchia cartolina che correda questo articolo è possibile riconoscere le antiche mura ciclopiche di Alba Fucens. La didascalia, posta nell’angolo in ...