Rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia dell’Aquila



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Si è svolto il 22 settembre 2021 l’insediamento dei componenti del nuovo Consiglio dell’Ordine dei  Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia dell’Aquila (ODAF) per il quadriennio 2021- 2025. 

Le votazioni, in modalità online, si sono svolte nei giorni 10 e 11 settembre, con circa il 70% di  affluenza. Nella prima seduta dei neo eletti sono state deliberate ed attribuite all’unanimità le seguenti cariche: 

Dott. Agronomo Vincenzo Di Genova Presidente
Dott. Forestale Silvia Di Paolo Vice presidente
Dott.ssa Agronomo Katya Durakova Segretario
Dott.ssa Agronomo Marilisa Colasanti Tesoriere
Dott. Agronomo Mario Di Bartolo Consigliere
Dott Agronomo Alessandro Marini Consigliere
Dott. Agronomo Junior Andrea Mariani Consigliere

Il Presidente uscente Dottore Forestale Serafino Di Profio ha illustrato al nuovo Consiglio tutte le  attività svolte nel precedente quadriennio, le attività in corso e gli impegni e le scadenze da  rispettare nei prossimi mesi. Il neo Presidente Dottore Agronomo Vincenzo Di Genova ha  ringraziato il Presidente uscente per il suo impegno dedicato alla valorizzazione della figura  professionale dei Dottori Agronomi e Forestali ed ha affermato di portare avanti le linee  programmatiche del precedente Consiglio e dare un ulteriore contributo migliorativo per il  potenziamento della figura professionale. L’impegno principale riguarda la valorizzazione della  professione soprattutto in vista delle sfide riguardanti le problematiche agricole ed ambientali  secondo quando previsto dalla Carta di Matera riguardo la sostenibilità ambientale contemplata  negli obiettivi dell’Agenda 2030. Il Presidente Di Genova auspica uno slancio rivolto al futuro  anche nell’ambito dell’aggiornamento professionale ordinario, della formazione di base, nonché una  formazione specialistica di elevato livello, da svilupparsi anche attraverso corsi in formula e learning che l’iscritto potrà svolgere secondo le proprie esigenze.

Ulteriore obiettivo del nuovo mandato sarà il coinvolgimento e l’incentivo all’avvicinamento dei  giovani iscritti alla professione e alla vita dell’ordine con l’istituzione di una Commissione per i  Giovani composta da colleghi giovani e più “anziani” per cementare il senso di appartenenza. 

Proposta anche l’istituzione di Commissioni di lavoro specifiche su: Politiche di Sviluppo Rurale e  PNRR, Produzione e controlli della filiera agroalimentare e progettazione del cibo, Fitoiatria e  difesa delle piante concentrandosi sulla Agricoltura 4.0, Agricoltura Biologica, Difesa  dell’ambiente e dei parchi naturali, e Gestione delle risorse forestali.