La Marsica di Tommaso Brogi  (1900) – Parte I



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tradotta e resa leggibile da Franco Francesco Zazzara
( agosto 2015)

PARTE PRIMA 
Dalle Origini fino all’anno mille

Capitolo primo

Le  notizie della Marsica risalgono ai tempi della Mitologia , come viene riferito da Plinio , da Solino , da Aulo Gellio e da molti altri dopo di loro .

Un figlio della meravigliosa Circe , di nome Marso( Maru), giunse in questi posti ed insegnò agli abitanti l’arte di incantare i serpenti , di conoscere il potere curativo delle erbe con le quali si guariva dal loro morso.

Il ceppo dei Marsi proviene dai Giapeti ( discendenti di Jafeth figlio di Noè ) , come ha scritto il Febonio nella sua Storia dei Marsi .

I primi abitanti vivevano in stato selvaggio .

Subentrarono poi divinità italiche come Saturno , Titano , Sabino , Giano ed altri che giunsero fino ai posteri , per i benefici che avevano apportato .

Silio Italico scrisse che dalla Frigia venne nella nostra regione Marsia  , che suonava il flauto . Egli era un pastore che osò sfidare  Apollo con il  suono del suo  flauto contro la cetra del dio .

Egli fu sconfitto . Apollo lo fece legare ad un albero e lo scorticò .

Per la sua morte le ninfe, i satiri e i fauni  del bosco piansero cosi’ tante lacrime da formare un fiume che si chiamò Marsia .

Gelliano ha lasciato scritto che il Castello di Archippe fu edificato da Marsia , capitano dei Lidi.

Giovan Battista Vico, ripreso dall’erudito Angelo Minicucci , sosteneva che intorno al lago Fucino si fossero stanziati i Fenici .

Promis sostiene che i Marsi provengono dai Sabini ( ciò è errato perché essi Sabini sono di seconda generazione , non di prima come i Marsi ) .

I Pelasgi dominarono la Marsica : loro testimonianza è data dalle opere di fortificazione che  esistono ancora e si osservano con stupore ad Albe , ad Antino , a Milonia  e  Plestinia ..…

Punto cardine della storia della Marsica è per certo che le succitate  ipotesi sono posteriori alla venuta del figlio di Circe ,ossia Marsia , in questa regione .

Dopo di lui il mito dice che anche la sorella di Circe, Angizia , venne ad occupare la Marsica , insieme a sua sorella Medea , con il figlio .

Il popolo Marso dunque non si confuse con altra stirpe fin dall’inizio .

Aulo Gellio cosi’ lasciò scritto : ..”soltanto la stirpe dei Marsi , fino alla venuta del figlio di Circe , non fu mescolata né corrotta col sangue di altri “….

… Prossimamente verrà pubblicato il capitolo successivo




Lascia un commento