Autoimprenditorialità, finanziamenti destinati a giovani e donne

Parte ufficialmente il 19 maggio il progetto che prevede finanziamenti agevolati a tasso zero, destinati all’avvio di nuove imprese nel territorio nazionale da parte di giovani e donne.
Il nuovo incentivo per il sostegno dell’autoimprenditorialità di giovani e donne verrà avviato con l’apertura dello sportello per la presentazione delle domande a Invitalia, attraverso la piattaforma dedicata, a partire dalla data sopra indicata.
Per quanto riguarda beneficiari, tempistiche e modalità d’accesso all’agevolazione, tutte le informazioni sono state rese note dal Ministero dello Sviluppo Economico nella circolare 8 aprile 2021 n. 117378.
L’agevolazione è rivolta a micro e piccole imprese costituite da non più di 60 mesi dalla data di presentazione della domanda e con una composizione societaria, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, di soggetti con età compresa tra i 18 e i 35 anni o da donne; l’accesso è previsto anche per chi avesse intenzione di costituire una nuova impresa.
Gli incentivi, consistenti in finanziamenti agevolati a tasso zero, della durata massima di 10 anni, e contributi a fondo perduto per un importo non superiore al 90% della spesa ammissibile, possono riguardare la produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura di servizi alle imprese, commercio e turismo.
Per le imprese costituite da non più di 36 mesi, il contributo a fondo perduto è riconosciuto in una misura pari al 20% delle spese relative a macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, brevetti e licenze d’uso, mentre per le imprese costituite da non più di 60 mesi, l’agevolazione è in una misura pari al 15% delle spese sostenute.