Un baule di sogni, il nuovo romanzo dell’aiellese Gaetano Callocchia

Aielli – L’architetto aiellese Gaetano Callocchia torna con un nuovo romanzo, “Un baule di sogni” (pubblicato dalla casa editrice Marna). Protagonista dell’ultima fatica di Callocchia è Domenico, il giovane abruzzese che agli inizi del 1900 lascia il paese natio (Aielli nel cuore della Marsica), per andare a lavorare, come tanti altri italiani, all’estero e che abbiamo conosciuto nel precedente romanzoIntrigo matematico a Buffalo”.

La sua grande “passione”, le formule e i rapporti matematici, che già aveva suscitato la meraviglia dell’architetto Wright, fanno sì che il celebre architetto lo voglia con sé per la realizzazione di due nuovi edifici che ha avuto l’incarico di progettare.

Ma Domenico è legato alla sua Erminia, la bella ragazza di cui è sempre innamorato, e che è rimasta al paese ad aspettarlo. Entra in conflitto con sé stesso: la proposta di Wright è allettante; oltre a garantirgli anni di lavoro, riconosce l’abilità dell’uomo e lo fa sentire orgoglioso della sua immagine, di quanto è riuscito a costruire anche se con poca formazione scolastica.

Che fare? La scelta è difficile. La scelta è dare una impostazione alla propria vita, al proprio futuro. Cosa prevarrà? L’amore per la sua Erminia e la sua famiglia oppure soddisfare il suo orgoglio personale, il guadagno, il lavoro? Determinato, risoluto, convinto, sceglie dopo aver meditato e considerato tutto quanto possibile, sicuro che la scelta fatta è per il suo bene.

LEGGI ANCHE

“Intrigo Matematico a Buffalo”, il romanzo dell’architetto aiellese Gaetano Callocchia