Rischio incendi, il Sindaco di Trasacco vieta l’accensione di fuochi e attività pirotecniche per il mese di agosto



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Trasacco – Anche il Sindaco di Trasacco, Cesidio Lobene, al pari di altri suoi colleghi del territorio marsicano, e non solo, ha predisposto, attraverso un’ordinanza, il divieto di accedere fuochi e di praticare attività pirotecniche per il mese di agosto su tutto il territorio comunale.

L’intento è quello di scongiurare il pericolo di incendi che, con le alte temperature che si registrano in questo periodo, diventano una seria minaccia per il territorio. Secondo quanto viene esplicitato nel dispositivo sindacale, è vietato:

  • Accensione di materiale vegetale proveniente da attività agricole e/o forestali;
  • Accensione di fuochi, con qualsiasi finalità, in prossimità di boschi, terreni pascolivi, agrari e/o cespugliati, nonché lungo le strade Comunali, Provinciali e consorziali, ricadenti nel territorio comunale;
  • Uso di apparecchiature a fiamma libera che producano faville;
  • Esercizio di attività pirotecniche e l’accensione di fuochi d’artificio, se non preventivamente autorizzati e regolamentati;
  • Getto di fiammiferi, sigari e sigarette in prossimità e/o in presenza di materiale vegetale nonché ogni altra attività dalla quale possano scaturire scintille o avere origine fiamme libere con conseguente pericolo di innesco di incendio;
  • Sosta e/o di parcheggio di autovetture a contatto con l’erba secca.