Onde palentine di Roberto Cipollone è il Murale per Cese



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Cese – L’opera di Roberto Cipollone, intitolata “Onde palentine“, è stata la prima classificata nello speciale concorso “Un murale per Cese” indetto dall’Associazione giovanile Mupache. Così Roberto Cipollone ha descritto la sua opera: “Ho voluto realizzare la mia immagine di Cese come se la stessi riprendendo dalla campagna ma in piena libertà, senza troppi impedimenti davanti agli occhi e senza doverne raccontare per forza la visione reale. Così, come in una storia immaginaria vedo gli steli dei campi fluire e ondeggiare, e gli alberi rispondere dalla montagna. Il paese, nel mezzo, vorrebbe scorrere colorato tra il fontanile e il fiume per dar prova della propria vitalità e storia, che intatta procede nei segni lasciati al tempo“.

Le proposte per quello che diventerà un vero murale, realizzato su un muro del piccolo paese marsicano, sono state numerose e molto interessanti. La votazione delle opere, come spiegano i membri dell’Associazione giovanile Mupache, è stata attribuita per il 60% dal voto della giuria tecnica e per il 40% da quello della giuria popolare. La prima era composta da Andrea Parente “Alleg”, Juanqui, Antonio Paloma, Roberto Falco, Antonio Cipollone, Mario Petracca, Giuseppe Cipollone e Davide Chous D’Andrea. La seconda è stata invece rappresentata da tutti quelli che hanno votato nei due giorni di esposizione delle opere a Cese (21-22 agosto).