Nuovo PRG. De Angelis, “larga partecipazione e massima trasparenza”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Si è tenuta questa mattina presso l’ aula consiliare del Comune, la presentazione della struttura di supporti alla redazione della variante generale di Piano Regolatore che sarà redatta direttamente dagli uffici comunali con la collaborazione di ben tre istituti universitari: Università degli studi di Camerino, Università degli studi di Pescara – Chieti e L’ Aquila, rappresentate rispettivamente durante la presentazione dai proff. Rosalba D’Onofrio, Simonetta Ciranna e Roberto Mascarucci.

Sono intervenuti, oltre ai docenti delle tre università, il sindaco di Avezzano Gabriele De Angelis, l’assessore all’Urbanistica Chiara Colucci, la presidente della commissione consiliare competente Luigia Francesconi, il dirigente del settore Urbanistica Mauro Mariani e il presidente dell’Urban Center Rocco Di Micco.È stato presentato, infine, il rapporto di ricerca dell’arch. Aldo Cilli in funzione dell’assegno di ricerca già finanziato dal Dipartimento di Architettura dell’Università di Pescara Chieti inerente la “riorganizzazione funzionale del riassetto amministrativo degli enti locali della Marsica verso una maggiore coesione territoriale.

Il sindaco Gabriele De Angelis ha dichiarato:<< Con piacere oggi annuncio l’inizio di questa attività importante, fondamentale per ridisegnare il futuro urbanistico della città. L’ultimo piano regolatore risale a quasi 20 anni fa ed è quindi arrivata l’ora di affrontare questo argomento che faceva parte, tra l’altro, di uno dei punti del nostro programma di mandato.
Stiamo seguendo quello che è il progetto e la proposta che abbiamo presentato ai cittadini di Avezzano. Il piano regolatore è un atto importante perché investe a pieno i componenti della città. Si tratta di programmare la nostra città e quindi abbiamo inteso realizzare questo progetto puntando su due elementi caratteristici: una larghissima partecipazione e un contesto di massima trasparenza.
Larghissima partecipazione significa anche partecipazione di altissima qualità e professionalità. Quello che auspico debba venire e questo coinvolgimento e confronto allargato da parte di tutte le componenti. Le componenti interessate sono tante in questa città, tanto è vero che nel progetto complessivo che abbiamo ideato c’è anche all’interno una presenza importante, l’ Urban Center. L’ Urban Center è un organismo a cui io tengo in maniera particolare. È la casa di tutte le associazioni.
È il luogo in cui ci confronteremo per le dinamiche del piano regolatore con tutte le associazioni che rappresentano un tipo di categorie di sensibilità, ma all’interno del quale illustreremo anche altri argomenti che possono interessare la città nei vari aspetti, come commercio, industria, rilancio del territorio e quant’altro
>>.