Cinque cuccioli abbandonati in uno scatolone: “non si fanno accoppiare gli animali per poi buttare i piccoli come fossero spazzatura”



Trasacco – Continuiamo a denunciare una situazione che si ripete, identica a se stessa, da tempo indefinito. Ancora una volta le volontarie di “Adotta Anime Randagie Trasacco” sono intervenute per mettere in salvo una cucciolata di simil pastore abruzzese abbandonata in un magazzino di Trasacco. Cinque piccoli, tre femmine e due maschi, gettati in uno scatolone come fossero rifiuti.

Uno scempio di fronte al quale ci cadono le braccia” scrivono dall’associazione. Il messaggio lanciato è sempre lo stesso: “dovete sterilizzare le vostre femmine, non si fanno accoppiare gli animali per poi buttare come spazzatura queste povere creature“. Una pratica, la sterilizzazione, che eviterebbe la nascita incontrollata di cuccioli che poi, come è accaduto ancora una volta, vengono abbandonati dove capita.

Le volontarie ci mettono tutto il loro impegno, spendono denaro, tempo e risorse ma la loro battaglia di rispetto e di civiltà sembra non avere mai la fine. I proprietari di cani o di gatti sono tenuti a tenere i loro animali nella maniera più corretta. L’abbandono di animali è un reato, il maltrattamento di animali è un reato: vale sempre la pena ricordarlo.




Leggi anche