Alassane Sedibe, dall’accoglienza a Collelongo al debutto con l’Atalanta in Serie A



CollelongoTutti a Collelongo conoscono Alassane Sedibe. Tutti ricordano quando arrivò in paese bisognoso di accoglienza. Alassane è nato nel 2002 in Costa d’Avorio poi, nel 2016, lo sbarco a Lampedusa su uno dei tanti barconi della speranza insieme a suo fratello Hamed. Collelongo è stato per i due ragazzi la prima casa in Italia. Alassane era minorenne al tempo così il Sindaco del paese, Rosanna Salucci, lo prese in custodia.

Poco tempo dopo una coppia di Collelongo ne acquisì la custodia legale. Ci si rese conto il fretta che Alassane era bravo a giocare a pallone. Quindi la squadra del Capistrello si interessò a lui aprendogli le porte a un futuro migliore. Ha seguito il suo talento, Sedibe fino a debuttare, nella giornata di ieri, in serie A, con l’Atalanta, la squadra che lo sta formando nella sua Primavera.

Complici i casi Covid e gli infortuni, ieri, il mister Gasperini ha chiamato in prima squadra ragazzi dalla Primavera. Quindi anche Sedibe, un centrocampista che si è già fatto notare grazie a dieci gol nella passata stagione e sette in questa, cinque in campionato e due in Youth League. A Collelongo tutti lo ricordano con affetto, e tutti hanno festeggiato uno dei loro ragazzi arrivato in Seria A.



Leggi anche