fulv
Aspetti della giurisdizione delegata nella Marsica durante il viceregno spagnolo e austriaco
Non è facile svolgere un’analisi sistematica e comparata che possa aiutarci ad arricchire e precisare il giudizio, a volte ancora troppo generico, sul dominio dei Colonna nel territorio marsicano durante...
Grotta di Sant'Agata
La grotta di Sant'Agata
Una grossa cavità naturale posta sul versante acclive della Serra di Celano grotta di Sant’Agata Sopra la parte sommitale della rocca della Turris Caelani, sotto una grande sporgenza rocciosa...
bcvff
Luigi Colantoni (1843-1925), canonico, vicario capitolare e ispettore ai monumenti
Questo articolo su Luigi Colantoni segue quello interessante dell’amico Fiorenzo Amiconi apparso su Terre Marsicane lo scorso 24 dicembre 2019 e vuole essere una integrazione ed un completamento di quanto...
I banditi Marco Sciarra e Alfonso Piccolomini
Banditismo e rivolte nel territorio marsicano (1587-1592)
Il 19 aprile 1587 la popolazione di Colli di Montebove (allora solo Colli) chiese aiuto al vescovo dei Marsi perché tormentata lungamente da un gruppo di feroci banditi. A sua volta, il presule, diresse...
Santa Maria degli Angeli alle Croci Napoli  - anno 1580 -
Nicola Corsibono, nato nel 1848 a Napoli visse e dipinse a Tagliacozzo
Nasce in località San Carlo all’Arena (Napoli) alle ore venti del 3 ottobre del 1848 in quell’epoca l’intera regione si chiamava ancora “Regno delle due Sicilie”. Fu battezzato nella splendida chiesa barocca...
feud
Feudatari, banditi aristocratici e scorridori di campagna (1592-1707)
Prima di esaminare dati importanti, occorre trattare altri episodi legati alla feudalità che costituiranno poi un passaggio fondamentale nel raggiungimento di un equilibrio tra economia agraria e pastorale,...
WhatsApp Image 2024-03-29 at 11.03
Le confraternite di Celano e i riti della Settimana Santa
Le sei confraternite di Celano, a distanza di secoli dalla loro fondazione, sono ancora attive ed operanti. Tutte sono titolari di una propria chiesa la cui cura e gestione rappresenta l’impegno...
Il perduto borgo di Alba Fucens nel disegno e nel racconto dell'artista viaggiatore Edward Lear (1846)
Il perduto borgo di Alba Fucens nel disegno e nel racconto dell'artista viaggiatore Edward Lear (1846)
Alba Fucens – Tra le varie tavole litografiche che Edward Lear ha realizzato nella Marsica, una tra le più suggestive e affascinanti è quella dedicata al borgo di Alba Fucens, un paese che, purtroppo,...
Cerca
Close this search box.

Viola l’obbligo di dimora, guida senza patente e viene filmato mentre ruba rame in una centrale. Altre denunce per Luigi Antidormi

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Loreta Carusi
Loreta Carusi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelina Di Cosmo
Angelina Di Cosmo
Vedi necrologio

Celano. Nelle telecamere di videosorveglianza del distributore di benzina di Aielli si vede benissimo. Arriva guidando l’auto della compagna, scende, mette benzina, come se nulla fosse. La patente però non ce l’ha. E’ revocata già da diversi anni. Come era revocata quando quella notte di maggio del 2015 guidava l’auto di un parente della sorella e ha investito e ucciso un ragazzo di 15 anni.

E’ Luigi Antidormi, 34enne di Celano. Per lui, è scattata un’altra denuncia. Non solo stava guidando senza patente, era anche ad Aielli. Ha la sorveglianza speciale e la prescrizione specifica dice che non può uscire dal territorio di Celano. Era alla guida dell’auto della compagna, la stessa donna con la quale era lo scorso febbraio, quando fu denunciato per tentato furto aggravato. Anch’ella fu denunciata per lo stesso reato.

Questa mattina, i carabinieri della stazione di Celano, il comandante Pietro Finanza e il suo vice, il maresciallo Andrea Di Cristofano, hanno depositato la notizia di reato alla procura della Repubblica di Avezzano.

Insieme a questo fascicolo ne hanno depositato un altro. Un’altra denuncia. Perché Antidormi è stato filmato anche da altre telecamere. Quelle della centrale elettrica che si trova dove una volta stava lo zuccherificio di Celano. Lo hanno “immortalato” la sera prima della denuncia per tentato furto aggravato, sempre nella stessa centrale. Si vede con il rame in mano, messo in dei bustoni.

I carabinieri hanno lavorato sulle immagini, hanno ricostruito l’accaduto e per l’ennesima volta hanno presentato una denuncia. Ormai non si contano più le volte che i militari dell’Arma hanno segnalato al tribunale di sorveglianza dell’Aquila, che Luigi Antidormi continua a delinquere. Il 26 gennaio era attesa la decisione per delle nuove prescrizioni che ne limitassero la libertà. Nulla da fare. La decisione non è mai arrivata, la discussione del caso è stata presumibilmente rinviata.

 

Alla fine di febbraio c’è stata l’udienza del processo che ha visto Antidormi imputato per la morte di Marco Zaurrini, 15enne compaesano, investito e ucciso sulla strada che da Paterno porta a Celano. Antidormi era ubriaco e drogato. La difesa ha chiesto il patteggiamento a tre anni. Il gip, Maria Proia, lo ha respinto e ha rinviato il caso al presidente del tribunale, Eugenio Forgillo. A breve si saprà la decisione sul caso.

Lo scorso anno era stato fermato a maggio perché aveva tentato di rubare due quintali di rame con un complice in una ex fabbrica di Celano. Le grida di una donna, tuttavia, lo avevano desistere ma due persone lo avrebbero comunque riconosciuto.

Ad aprile del 2014 fu arrestato per furto aggravato di 41 chili di rame. Un mese prima fu arrestato mentre tentava di rubare nello stesso deposito. Per questo precedente patteggiò la pena in 5 mesi e 10 giorni. A novembre dell’anno prima venne trovato in casa con due quintali di rame e fu arrestato per ricettazione. Gli trovarono una pistola. Si tratta di un’arma che era stata usata in una rapina in villa nella provincia romana.

Più di una volta è stato accusato dell’inosservanza dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza e del divieto di uscire dalla propria abitazione dalle 20 alle 7 (prescrizioni che gli venivano dopo il giudizio di vecchi reati).

Un’altra denuncia la ebbe a Cocullo, pochi mesi dopo l’investimento di Zaurrini, perché insieme ad un’altra persona stava rubando rame in una centrale.

In uno degli ultimi provvedimenti che porta la firma del giudice della sorveglianza speciale del tribunale dell’Aquila di leggeva che Antidormi avrebbe dovuto vivere «onestamente, rispettare le leggi, non dare ragione di sospetti e non deve allontanarsi dal Comune di dimora». Una prescrizione che fu violata anche quando fu trovato a Cerchio dai carabinieri, mentre era in un bar. Non ci poteva stare, doveva rimanere nei confini del Comune di Celano.

Antidormi è stato sotto processo per tentata violenza sessuale e per lesioni.

A dicembre dello scorso anno fu portato in ospedale perché aveva avuto una lite ed era stato accoltellato. Era andato a casa di un celanese a richiedere dei soldi e dalle parole si era passati alle botte. Un episodio che destò molta preoccupazione tra i cittadini.

Altre due denunce. In un caso è la violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale. I carabinieri indagato, scrivono, documentano e portano in procura. Antidormi, però, continua ad essere libero e a compiere reati.

 

Tentato furto di rame alla centrale, denunciato ancora una volta Luigi Antidormi che ancora una volta è libero

NEWS

PHOTO-2024-04-16-08-26-40
paesi
283690768_4631065163660485_7947156314928840133_n
Borgo_Universo_Ericailcane
Giornata di prevenzione oncologica
Partiti gli studi di Microzonazione Sismica a Ovindoli, sindaco Ciminelli: "Effettuato carotaggio fino a 30 m. di profondità"
carlo lucci avvocato avezzano
Screenshot_2024-04-15-21-24-21-061_com.facebook
Una giornata per Morino Vecchio, il 20 Aprile per ricordare chi non c'è più e per pulire il borgo
Il marsicano Andrea Gallizzi vince il Campionato Mondiale della Pizza 2024
16 Aprile 1944 - 16 Aprile 2024, domani sarà celebrato l'80° anniversario del bombardamento di Carsoli
carlo lucci avvocato avezzano
Dal 17 Aprile al 19 Maggio chiuso l'ufficio postale di Collelongo per i lavori legati al progetto Polis
Sabato 20 e domenica 21 Aprile lavori sulla linea ferroviaria: previsti bus sostitutivi da Avezzano a Roma
Oggi è il compleanno di don Antonio Allegritti, i ragazzi della Pastorale giovanile: "Grazie per tutto quello che fai per noi"
IMG-20240415-WA0010
Realizzata una stazione di alimentazione supplementare per i grifoni: il 18 Aprile tavola rotonda a Massa d'Albe
MINICUCCI2
Rotatoria via Puglie 1
239784481_2233794690095999_719023615882613923_n
colle 1
L'Abruzzo a Vinitaly, Imprudente: "I nostri vini sono di qualità e sono apprezzati da tutti"
Pescina, la raccolta differenziata si digitalizza: arriva Junker, l’app che riconosce tutti i rifiuti
Quattro cuccioli abbandonati nella campagne di Tagliacozzo: "Chi può aiutarli?"

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Domenico Cipriani (Memmo)
Domenico Cipriani (Memmo)
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elia Gigli
Elia Gigli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Santino Taglieri
Santino Taglieri
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Dott
Dott. Paolo Sante Cervellini
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Loreta Carusi
Loreta Carusi
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelina Di Cosmo
Angelina Di Cosmo
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina