Varchi, Verrecchia: “ Soldi buttati ”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “ La replica del neo assessore Daniela Stati ci fa tornare in mente l’ex ministro dell’Informazione iracheno, Mohamed Said al Sahaf, che si è guadagnato il soprannome “Alì il comico” per aver  proclamato, davanti le telecamere, la sconfitta delle forze americane mentre i carri armati U.S.A. facevano il loro ingresso a Baghdad e sfilavano dietro le sue spalle”. Lo afferma il coordinatore del Ncd, Massimo Verrecchia.

“Non sono evidentemente bastate all’assessore Stati ed al sindaco Di Pangrazio le foto inviatemi dai cittadini e rese pubbliche a rendere evidente e reale la rimozione dei varchi a via Trieste. I varchi con le sei barriere, mai entrati in funzione, – aggiunge Verrecchia – sono costati ai contribuenti oltre 60mila euro ed averne tolti due vuol dire aver sprecato oltre 20mila euro. Evidentemente, per il sindaco Di Pangrazio ed il suo assessore Stati,  buttare 20mila euro non significa nulla, ma penso che alla stragrande maggioranza dei cittadini importi qualcosa, soprattutto a tutte quelle famiglie che non arrivano a fine mese e che hanno fatto fatica a pagare le esorbitanti tasse imposte da questa amministrazione, come la TASI, servite probabilmente per acquistare quei varchi posizionati da circa due anni e mai entrati in funzione. Praticamente – sottolinea Verrecchia- è come aver acquistato sei autovetture, tenerle parcheggiate perennemente sulla strada, senza mai utilizzarle e servirsi di due di esse solo per la sostituzione di alcuni pezzi danneggiati, un vero capolavoro.
All’incontro organizzato al comune, già da come era stato impostato il comunicato dell’assessore Stati, si trattava solo di prendere atto di una decisione già presa, quella di chiudere permanentemente le strade della cosiddetta “crocetta” che, a mio avviso, decreterà definitivamente la morte del centro cittadino di Avezzano. Resto convinto della bontà delle motivazioni espresse e ribadite dai commercianti del centro e da circa cento persone che vi lavorano.
In merito poi all’invito rivoltomi dell’assessore Daniela Stati di candidarmi al consiglio comunale le rispondo che potrebbe essere la volta buona così come lo sarebbe anche per lei visto che la stessa Stati sta facendo l’assessore comunale per la seconda volta senza mai essersi candidata al consiglio comunale, la prima volta con il centrodestra di Floris e adesso a sinistra con Di Pangrazio”, conclude Verrecchia.




Lascia un commento