Un altro clochard che dorme al gelo di un strada del centro di Avezzano

Avezzano -. Solo pochi giorni fa avevamo segnalato la presenza di un clochard che dormiva su dei cartoni nel centro di Avezzano. Oggi siamo costretti a raccogliere una nuova, identica segnalazione. Ci è stata inviata un’altra foto che rattrista e sconforta: una persona che dorme distesa sul gelido asfalto di un marciapiede. Siamo sempre lungo Monsignor Bagnoli, siamo sempre nel cuore di Avezzano, a poca distanza dall’ingresso della mensa gestita dalla Caritas. Non conosciamo l’identità dell’uomo che cerca riparo sotto una trapunta verde, ciò che sappiamo è che la temperatura, questa notte, è precipitata diversi gradi sotto lo zero e un essere umano è stato costretto a dormire per strada.

Il Natale è appena trascorso e questa scena, in un momento dell’anno speciale come questo, arriva come un pugno nello stomaco. Le polemiche e le recriminazioni su chi ha fatto e chi dovrebbe fare, di fronte alla presenza di un uomo disteso sul marciapiede con il gelo che annichilisce le nostre città durante la stagione invernale, non hanno senso. Serve dare una mano, questo è evidente. Servirebbe un luogo in cui persone in difficoltà, senza una casa e senza possibilità economiche, riescano a trovare calore, riparo e un minimo di protezione e solidarietà umana.