Tentato omicidio e lesioni aggravate per l’uomo che prese a martellate la direttrice delle poste. A novembre partirà il rito immediato



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Gioia dei Marsi. Rito abbreviato e per l’uomo che colpì la direttrice delle poste con delle martellate in testa.

Il prossimo 9 novembre Cesidio Di Fonzo dovrà comparire davanti al tribunale di Avezzano per rispondere del reato di tentato omicidio e lesioni aggravate. Il fatto risale allo scorso 9 marzo.

L’imputato aveva aggredito la direttrice delle poste di Lecce nei Marsi, Carla Vitellio, colpendola con un martello. Pare che la “fissa” dell’uomo fossero dei presunti ammanchi sul conto corrente”.

In soccorso della donna arrivò un dipendente delle poste Carlo Lucidi, raggiunto poi anch’egli dai colpi, riportando lesioni alla testa.

Il pm Roberto Savelli ha chiesto il rito immediato che è stato disposto dal gip Maria Proia, fissando la data del 9 novembre.

Carlo Lucidi è rappresentato dall’avvocato Mario Del Pretaro.

L’imputato, attualmente in custodia cautelare in carcere, è difeso dall’avvocato Sandro Gallese. Di Fonzo risponderà di tentato omicidio nei confronti della direttrice delle poste e di lesioni aggravate nei confronti di Lucidi.

 

Prende a martellate in testa la direttrice delle Poste e un impiegato. Fermato un uomo a Lecce nei Marsi



Lascia un commento