Spacciava dalla finestra di casa, il gip dal carcere lo rimanda ai domiciliari



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Era stato arrestato dagli agenti del commissariato di Avezzano in flagranza di reato, per spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti da tempo seguivano i suoi movimenti con accurate indagini che hanno permesso anche di segnalare in prefettura gli assuntori di droga che acquistavano da lui la sostanza stupefacente.

Lo spaccio avveniva mentre Mauro Marziani, 28enne avezzanese con pregiudizi di polizia, si trovava in casa.

Marziani, su disposizione della procura, era stato messo in carcere. Il gip del tribunale di Avezzano che ha esaminato il suo caso, Maria Proia, ha previsto ora i domiciliari. Marziani, dunque, continuerà a scontare la misura restrittiva, in attesa del processo, nella casa in cui spacciava dalla finestra e non in carcere.

L’uomo, secondo gli uomini del vice questore aggiunto Paolo Gennaccaro, era dedito ad una attività di spaccio di cocaina e crack, effettuata dal proprio domicilio, attraverso una finestra posteriore situata al piano terra; numerosi i clienti che, durante l’attività di indagine, si approvvigionavano dal giovane, trovato in possesso, alla perquisizione domiciliare, che ha portato all’arresto, di 12 grammi lordi di cocaina, sostanza da taglio, bilancino di precisione, materiali per confezionare le singole dosi e infine oltre 600 euro in banconote di piccolo taglio.

 

Fermato con la cocaina, i poliziotti gli trovano a casa un orologio a pendolo rubato in Comune. Arrestato un avezzanese




Lascia un commento