Simone Di Giamberardino torna al Pucetta



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
L’ASD Pucetta è lieta di annunciare un graditissimo ritorno: Simone Di Giamberardino torna a vestire la casacca gialloblù.
Dopo aver militato nella stagione dell’esordio in Promozione, Di Giamberardino ha subito un gravissimo infortunio al ginocchio che l’ha costretto a subire un intervento chirurgico e a stare fermo per tutta la stagione scorsa. Di Giamberardino è un terzino sinistro classe ’98, con esperienza anche nella Beretti dell’Aquila Calcio e in Promozione ha giocato anche nel San Benedetto dei Marsi nella stagione 2015/2016.
“Ora sto molto meglio. L’operazione è andata molto bene e sono completamente guarito dall’infortunio. Durante la preparazione cercherò di ritornare in forma e riprendere i ritmi di gioco con il massimo impegno.”
Di Giamberardino è un toro che scalpita dopo esser stato costretto a restare fuori dai campi di gioco per un anno intero. Il terzino prosegue dicendo che “Purtroppo l’ultimo anno tra vari impegni e l’infortunio non ho potuto continuare a giocare anche se la voglia era tanta, ma adesso non vedo l’ora di ricominciare. Quali sono i miei propositi per la prossima stagione? Vorrei dimostrare a tutti che sono guarito completamente e mi metterò subito a disposizione per la squadra e per il mister dimostrandolo in campo e negli allenamenti.”
Di Giamberardino nella passata stagione ha comunque seguito le sorti dei gialloblù “L’anno scorso ho seguito il Pucetta. Fin da subito sapevo che era un grande gruppo e che avrebbe raggiunto l’obiettivo stagionale, dimostrando di poter giocarsela con tutte alla pari. Infine comunque ci tengo a ringraziare la società per avermi dato la possibilità di continuare a giocare e per avermi chiamato anche dopo un infortunio così grave. Volevo ringraziare in particolare modo il dg Ugo Petitta perché mi ha voluto nuovamente e fortemente al Pucetta ed è stato molto disponibile e paziente nell’aspettarmi per tutto questo tempo. Per tutto questo gliene sarò sempre grato.”