Santa Maria delle Grazie diventa Basilica. Il vescovo: Riconosciuto il valore di San Berardo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Pescina. Un riconoscimento che inorgoglisce la città di Pescina e che riconosce il valore di San Berardo e della sua opera.

E’ stato presentato al Comune di Pescina, il calendario degli appuntamenti in agenda per domenica 4 dicembre, per celebrare l’elevazione a dignità di “Basilica minore o Pontificia” della Concattedrale dei Marsi Santa Maria delle Grazie.

L’incontro si è svolto alla presenza del vescovo Pietro Santoro del sindaco Stefano Iulianella e dei sacerdoti don Giovanni Venti e don Michele Saltarelli.

Il titolo di Basilica, assegnato alla Concattedrale dei Marsi su richiesta del Vescovo Pietro SANTORO e indirizzata dapprima alla Conferenza Episcopale Italiana poi alla Congregazione del Culto Divino e Disciplina dei Sacramenti, viene riconosciuto dal Santo Padre allo scopo di rafforzare il vincolo che una singola Chiesa ha con il Vescovo di Roma anche in considerazione della sua importanza nel territorio.”

Durante la conferenza monsignor Santoro ha sottolineato che l’elevazione a Basilica della Concattedrale dei Marsi Santa Maria delle Grazie è il giusto, meritato riconoscimento per la Città di Pescina e quanto sia importante la figura di San Berardo, Cardinale e Vescovo della Diocesi dal 1109 al 1130, le cui spoglie sono custodite proprio nella Concattedrale. San Berardo era uomo che ha lottato contro la corruzione a favore della giustizia, una figura di enorme elevata spiritualità che va ricordato per la sua generosità e la sua dedizione ai poveri.  “Elevare a Basilica Pontificia Minore la Concattedrale dei Marsi Santa Maria delle Grazie in Pescina deve assumere, per la comunità, un ulteriore impegno. Deve rappresentare ancor di più un forte legame di preghiera con il Papa, e quindi con il mondo intero”. Un ringraziamento di Mons. Santoro ai giornalisti presenti per l’impegno e per l’onestà espressa nel loro lavoro.

“Un desiderio maturato nei nostri cuori da sempre,” ha dichiarato don Giovanni Venti, “è un premio per tutta la Comunità, una offerta di misericordia questo riconoscimento, ma deve essere anche un momento di preghiera ricordando che la nostra Concattedrale e la dimora di nostro Signore.”

Il sindaco di Pescina Iulianella ha espresso gratitudine immensa per l’operato del vescovo che ha ottenuto un così solenne riconoscimento da Papa Francesco  proprio a conclusione del Giubileo straordinario della Misericordia indetto dal Santo Padre. “L’elevazione a Basilica minore della nostra Chiesa è davvero un segno di particolare affetto dimostrato dal Santo Padre per la nostra Comunità. Sono davvero orgoglioso di essere testimone di questo evento che grande significato ha per me ed i miei concittadini.”

Il primo cittadino di Pescina ha poi presentato le manifestazioni:

Domenica 4 dicembre alle ore 17,30 la Solenne celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Em. Card Giuseppe Bertello, Governatore della Città del Vaticano concelebrata dal Vescovo Sua Ecc. Pietro Santoro e dai Rev.mi Sacerdoti della Diocesi partecipanti.

Venerdì 2 dicembre alle ore 20,30Convegno su  Giovanni Artusi   – Relatori Arch. Aldo Cianfarani e Dott. Maurizio Di Nicola.

Intermezzi musicali: Corale polifonica “Octava Dies” di Pescina diretta da Mario Di Legge

Sabato 3 dicembre 20,30 : 3° edizione della Rassegna di Corali Polifoniche

Octava Dies” direttore Mario Di Legge – Pescina
Giuseppe Corsi” direttore Maria Rosaria Legnini  –  Celano
Piana del Cavaliere” direttore Beatrice Minati – Carsoli, Pereto

Presenta l’evento Luca Di Nicola

INTERVISTE

Galleria fotografica

 




Lascia un commento