Ricordare la notte del ghetto di Roma con una poesia di Maria Assunta Oddi



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Roma, 16 ottobre 1943, il rastrellamento del ghetto ebraico costituì il primo momento della deportazione nei campi di sterminio di 1259 persone di cui 689 donne, 363 uomini e 207 bambini appartenenti alla comunità ebraica da parte dell’esercito nazi-fascista.

Con una poesia la scrittrice dei Marsi commemora tale anniversario per sensibilizzare le coscienze affinché tale ferocia dell’uomo contro l’uomo non avvenga mai più 

A mano disarmata.

A mano disarmata muoversi tra i fruscii

Della notte nel mezzo di ottobre

Tra gli anfratti dei cespugli e i recinti dei cortili

Tra le mute soffitte e le vuote stanze

Ascoltare passi pesanti oltre i muri

Percepire feroci suoni d’ingiurie

Oltre i sensi ancora assopiti in domestiche 

Bussole dove riporre l’affanno del cuore.

Di piombo e fiamma riluce il tempo indifferente

A spezzar tutto il mio mondo in schegge d’odio.

In questo impareggiabile fulgore di sovrana maestà

Come potrei abbassare le palpebre nel buio che annulla?

A mano disarmata le mie pupille spalancate davanti al potere 

Di uccidere non avranno più lacrime per impietosire.

Solo i miei pensieri carnevali di fiori e stelle si fanno presagi

Di dolore tra la marcia dei tamburi impazziti.

A mano disarmata come un cervo davanti al cacciatore

Su le schegge crudeli brandelli di preghiera invocano pace.



Marianetti MED

VOUCHER REGALO DI MEDICINA ESTETICA: IL NATALE DI MARIANETTIMED

L’angolo del Beauty – Bellezza VOUCHER REGALO DI MEDICINA ESTETICA: IL NATALE DI MARIANETTIMED I soliti vestiti? Anche no, grazie. Quest’anno regala (o regalati) bellezza con i gift voucher di Medicina estetica. Quest’anno invece dei soliti regali, metti sotto l’albero una pelle più bella, giovane e luminosa grazie ai “buoni regalo” di MarianettiMED, la clinica