Pugni alla testa e minacce alla compagna, chiuse indagini su un marsicano

Avezzano – Pugni alla testa, percosse, ripetute e mortificanti offese e minacce. Si sono chiuse le indagini a carico di un marsicano, G.A., 34 anni, accusato di maltrattamenti in famiglia. L’uomo avrebbe usato violenza contro la compagna in più occasioni, sottoponendola ad una serie di sofferenze fisiche e psicologiche.

Pugni alla testa e minacce alla compagna, chiuse indagini su un marsicano
Avv. Luca Motta

La donna, difesa dagli avvocati Luca e Pasquale Motta, anche al termine della sua relazione con l’uomo, si sarebbe trovata a dover subire intrusioni nella sua sfera privata. A nulla sarebbe valso l’ammonimento.

G.A continuava infatti a tartassarla, inviandole continuamente messaggi ingiuriosi ed offensivi e costringendola, quando era fuori, a fare ritorno a casa. Una complessa vicenda familiare in cui l’indagato avrebbe usato, anche davanti al figlio minore, parole violente e denigratorie