“Prendiamoci cura di ogni cuore” con Mission Bambini


Avezzano – L’iniziativa in contemporanea in 40 piazze italiane “Prendiamoci cura di ogni cuore”.
È per dare voce a questo messaggio e contribuire a salvare la vita dei bambini cardiopatici che nascono
nei Paesi più poveri del mondo che sabato 27 e domenica 28 ottobre i volontari della Fondazione Mission
Bambini Onlus saranno ad Avezzano in piazza Risorgimento per distribuire, a fronte di una donazione, la
Hoya Kerrii.
Questa piantina grassa dalla singolare forma a cuore per due giorni diventa infatti il simbolo della lotta
alle cardiopatie infantili perché, proprio come un piccolo cuore malato, per continuare a vivere ha bisogno di
cure.
Grazie ai fondi raccolti Mission Bambini potrà continuare a garantire ai bambini cardiopatici l’assistenza
medica di cui hanno bisogno attraverso l’organizzazione di missioni operatorie salva-vita.
L’iniziativa è organizzata nell’ambito dell’evento nazionale che si svolgerà durante tutto il weekend in 40
piazze italiane: per l’elenco completo missionbambini.org.
Si stima che ogni anno nel mondo nascano 1 milione di bambini affetti da malformazioni congenite al
cuore. Di questi circa l’80% nasce in un Paese povero.
Se però nei Paesi più avanzati le patologie vengono diagnosticate in fase prenatale e operate alla
nascita, così non è dove invece mancano medici specializzati e ospedali adeguatamente attrezzati. In questi
Paesi, dove anche ottenere una diagnosi corretta è un lusso, la metà dei bambini cardiopatici è destinata a
non raggiungere il primo anno di vita, mentre chi sopravvive manifesta gravi problemi di crescita e di
sviluppo psicosomatico. Per questi bambini l’unica speranza è rappresentata dalla solidarietà internazionale.
Dal 2005 Fondazione Mission Bambini interviene salvando i piccoli malati di cuore in Asia, Africa ed est
Europa. Porta dove è necessario personale medico e infermieristico volontario altamente specializzato in
modo che possa curare i bambini sul posto e formare il personale locale oppure, quando nel paese di origine
mancano le strutture, porta in Italia (o in Romania, se nati in est Europa) i bambini malati.
Sostiene inoltre gli ospedali locali attraverso l’acquisto di attrezzature mediche e, quando necessario,
copre i costi delle operazioni per le famiglie più povere.
In oltre 13 anni Mission Bambini ha salvato 1.861 bambini cardiopatici attraverso operazioni di
cardiochirurgia pediatrica, ha garantito visite e una diagnosi corretta a quasi 15.000 bambini, ha coinvolto
oltre 300 medici locali in più di 5.000 ore di formazione gratuita.
È attualmente attiva in 9 Paesi: Cambogia, Eritrea, Kenya, Myanmar, Romania, Somalia, Uganda, Zambia
e Zimbabwe.
Per seguire il progetto di Mission Bambini per la cura delle cardiopatie infantili all’estero: #GivetheBeat.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Filippo è stato svegliato, il bambino parla risponde ai comandi e ricorda tutto

Pescina – I medici hanno svegliato Filippo, il bambino di 10 anni che aveva fatto un volo di 4 metri da un muretto nei pressi della piazza di Pescina battendo ...


Movida violenta: giovane colpito con una mazza da baseball

Scurcola Marsicana – Una giovane coppia è stata aggredita nella notte in un noto locale di Scurcola Marsicana. Stando al racconto di alcuni testimoni, una ...

Numeri oltre le aspettative per la XXV edizione della “Settimana Marsicana”  

Gran finale con gli studenti della Marsica rimandato causa maltempo

Ancora un’anziana truffata nella Marsica con la scusa del falso incidente

Collelongo – Un’altra anziana è stata truffata nella Marsica con la scusa del falso incidente. Si tratta di una donna di Collelongo. A raccontarlo alla ...

Scadono i bonus e l’inflazione fa volare il costo dell’assicurazione dell’8,6%: in media 463,63 euro a veicolo

Brutte notizie per gli automobilisti; dopo il prezzo dei carburanti, anche il costo dell’Rc auto è tornato a salire tanto è vero che, come evidenziato ...



Lascia un commento