Positivi Covid e rifiuti urbani: si torna alla normale raccolta differenziata ma con alcune raccomandazioni



Abruzzo – Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha emanato una nuova ordinanza, la n. 4/2022, recante: “Ordinanza contingibile e urgente per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti urbani – adeguamento alle indicazioni dell’ISS del 3 marzo 2022 stabilite nella “Nota tecnica ad interim. Gestione dei rifiuti urbani associata al virus SARS-CoV-2”“.

In sostanza, con questo provvedimento, l’Abruzzo recepisce quanto stabilito dall’Istituto Superiore di Sanità in merito alla gestione dei rifiuti urbani associata a utenti contagiati dal virus SARS-CoV-2. Viene stabilito che i SARS-CoV-2 provenienti da abitazioni nelle quali siano presenti soggetti positivi a COVID-19 siano raccolti e gestiti secondo le modalità previste dal gestore dell’area di riferimento, senza avere più la necessità di effettuare la raccolta specifica come è avvenuto fino ad ora.

Nonostante questa sorta di ritorno alla normalità, i positivi al Covid-19, nel momento in cui si trovano a realizzare la loro raccolta differenziata, devono comunque rispettare alcune raccomandazioni:

  • utilizzare due sacchetti, uno dentro l’altro, per raccogliere ogni frazione di rifiuto
  • inserire fazzoletti di carta, rotoli di carta asciugamano, mascherine, guanti, tamponi di auto-diagnosi Covid e altri materiali potenzialmente contaminati in una busta separata da chiudere e gettare nella raccolta indifferenziata o mista
  • chiudere bene i sacchetti senza schiacciarli
  • non far accedere gli animali da compagni nei luoghi in cui sono i presenti i sacchetti per evitare che gli animali possano romperli
  • in caso di smaltimento di oggetti taglienti o capaci di rompere gli involucri, è necessario provvedere a inserirli in un contenitore o di avvolgerli nella carta.


Leggi anche