Pomeriggio di emozioni e solidarietà a Sante Marie per “Una cartolina contro la guerra”




Un’antica canzone ucraina intonata dal piccolo Timothy, le parole di una madre che ha deciso di lasciare la sua patria sotto l’assedio delle bombe e poi il coinvolgimento della musica, il calore del pubblico e la solidarietà. Sono stati questi gli elementi fondamentali dell’evento finale di “Una cartolina contro la guerra”, l’iniziativa lanciata dall’amministrazione comunale di Sante Marie, in collaborazione con la parrocchia Santa Maria delle Grazie e tutte le associazioni del paese, per ribadire il no al conflitto bellico in corso e raccogliere fondi a sostegno della popolazione ucraina.

L’appuntamento, che si è svolto nella chiesa del Sacro Cuore, si è aperto con il saluto del sindaco Lorenzo Berardinetti, del parroco, padre Michelangelo Pellegrino, e dalla voce di chi è dovuto fuggire dall’Ucraina. Proprio a loro, oggi ospitati a Sante Marie, è stato chiesto di raccontare la situazione che si vive in quel paese martoriato ormai da due mesi da un conflitto bellico atroce.

Subito dopo si è entrati nel vivo dell’evento con l’esibizione di Mirko Rossi, dei Re Live Music, del coro polifonico della Piana del Cavaliere e degli Ntfc con due bambine che per l’occasione hanno anche realizzato una piccola performance contro la guerra. Un appuntamento intenso e partecipato che ha riempito l’intera chiesa del Sacro Cuore, addobbata per l’occasione con palloncini e nastri dei colori della bandiera dell’Ucraina, dove sono state sistemate le tante cartoline realizzate dagli artisti locali poi vendute al termine dell’evento. I fondi raccolti sono stati devoluti alla Croce Rossa italiana, comitato di Carsoli, a supporto delle attività portate avanti per sostenere i rifugiati ucraini.

“È stato un evento sentito, partecipato ed emozionante”, ha commentato l’assessore Simonetta Lattanzi, “la grande generosità dei nostri concittadini si è palesata nella raccolta fondi, nella nutrita presenza di pubblico e nella disponibilità dei musicisti e degli autori delle cartoline che a titolo gratuito si sono messi a disposizione per sostenere l’iniziativa e al tempo stesso le famiglie ucraini in fuga dalla guerra. A nome mio, del sindaco Berardinetti e dell’intera amministrazione comunale ringrazio tutti per questa bella pagina di solidarietà e fratellanza che è andata in scena ieri a Sante Marie”.




Leggi anche