Passeggeri in aumento per l’aeroporto di Pescara

Numeri in crescita per l’aeroporto di Pescara. Il primo semestre del 2019, infatti, ha messo in mostra dati in rialzo per lo scalo abruzzese, con le cifre relative al traffico dei passeggeri che evidenziano il segno +. L’Aeroporto d’Abruzzo ha messo a disposizione i dettagli riguardanti i primi sei mesi di quest’anno: l’aumento dei passeggeri è oggettivo, e sfiora il 6 per cento, per un totale di più di 18mila unità. Il confronto viene effettuato, ovviamente, con il primo semestre dello scorso anno. I dati, per altro, evidenziano che ad aumentare è anche il numero di passeggeri in arrivo dall’estero.

Un trend positivo

Enrico Paolini, presidente della Saga, ha voluto porre l’accento su un trend positivo che si sta consolidando sempre di più. I numeri sono la testimonianza e la dimostrazione del notevole sforzo che è stato compiuto dallo scalo pescarese per rilanciarsi: così si spiega l’incremento del traffico, e in particolare di quello turistico, che ha riguardato soprattutto il mese di maggio e quello di giugno. Se già a maggio si era notato un aumento importante, infatti, a giugno il risultato è stato ancora migliore, con un dato di crescita che è arrivato a siorare l’8 per cento. Paolini ha puntato anche sulla sinergia con la Regione Abruzzo e ha parlato dell’obiettivo che ci si propone di raggiungere entro il prossimo anno: quello rappresentato dal traguardo del milione di passeggeri, a cui – però – si potrà arrivare solo con l’aggregazione di tutte le forze sociali ed economiche abruzzesi.

Parcheggiare in aeroporto a Pescara

Di certo i viaggiatori che partono dall’aeroporto di Pescara possono contare su una fortuna che non hanno molti loro connazionali: i parcheggi ufficiali dello scalo abruzzese, infatti, sono tra i meno costosi in Italia. La spesa richiesta per un posto auto per una settimana, infatti, è pari a 45 euro: in pratica, meno della metà della tariffa che viene applicata all’aeroporto Marconi di Bologna, dove si sfiorano i 100 euro, ma anche all’aeroporto di Firenze o a quello di Roma, che rimangono al di sopra dei 90 euro. Insomma, anche se i voli quotidiani che partono dal capoluogo abruzzese sono pochi, un motivo per festeggiare c’è.

E nel resto d’Italia?

Nel resto del Paese, invece, se si vuol essere certi di non spendere cifre spropositate per lasciare la propria macchina in aeroporto conviene evitare di fare riferimento ai parcheggi ufficiali degli scali e puntare sulle aziende di parking situate nei dintorni, che di certo propongono tariffe più basse. Che si tratti di trovare un parcheggio aeroporto Napoli, Milano, Palermo o in qualunque altra città, si può sfruttare la comodità di Parkos.it, il comparatore di prezzi che consente di individuare le soluzioni più vantaggiose a livello economico. I parcheggi aeroporto Napoli, Roma, Firenze, e così via, sono mostrati agli utenti in ordine di prezzo, dal meno costoso al più costoso.

Approfittando di Parkos, per altro, è possibile richiedere anche servizi aggiuntivi: per esempio, se il posto auto è abbastanza distante dal terminal vale la pena di usufruire del trasferimento in bus navetta gratuito, così da non essere costretti a camminare con le valigie al seguito. Non è detto che si sia obbligati a scegliere un parcheggio ufficiale per lasciare la propria macchina al sicuro quando si parte: chi prenota un parcheggio con Parkos, infatti, ha la certezza di affidarsi a una struttura che è stata ispezionata e controllata in maniera rigorosa.

Parkos è attivo per tutti i più importanti scali italiani, e quindi per gli aeroporti Napoli, Palermo, Treviso, Milano, Alghero, Bologna, Verona, Venezia, Torino, Bari, Brindisi, e così via. Per effettuare una prenotazione è sufficiente specificare la data di arrivo in aeroporto e quella di ritorno dal viaggio: si riceve, quindi, una mail di conferma in cui tra l’altro viene suggerito un itinerario di viaggio e che contiene tutti i dettagli di cui si può aver bisogno, per esempio se si è scelto di richiedere il car valet. Si può decidere, tra l’altro, se optare per un posto auto scoperto o al coperto, ed è prevista perfino la possibilità di farsi lavare la macchina mentre si è in viaggio.