Pasqualina Pannunzi Proietti, la Belva marsicana vice campionessa europea nel getto del peso a Jesolo



Jesolo – Si sono conclusi qualche giorno fa i Campionati Europei Master di atletica leggera presso gli impianti Pasqualina Pannunzi Proietti, la Belva marsicana vice campionessa europea nel getto del peso a Jesolodi Jesolo, Caorle ed Eraclea, che hanno ospitato 5039 atleti provenienti da 43 paesi europei.
L’Italia si è classificata prima nel medagliere finale conquistando 127 ori, 106 argenti e 104 bronzi, per un totale di 397 podi nelle dieci giornate di gare (dal 5 al 15 settembre).

Uno dei secondi posti per gli azzurri è arrivato grazie alla tenacia e al talento della marsicana Pasqualina Pannunzi Proietti, soprannominata “La Belva” dai suoi amici atleti in quel di Jesolo, che si è classificata alle

Pasqualina Pannunzi Proietti, la Belva marsicana vice campionessa europea nel getto del peso a Jesolo

spalle della neo campionessa europea, la tedesca Jeannette Denz, nel getto del peso. Un ottimo risultato considerando che questa non è la specialità preferita dell’atleta abruzzese.
Pasqualina al penultimo lancio era quarta ma, nonostante l’incessante pioggia e il rischio infortunio inevitabilmente più alto, la Belva, degna del suo soprannome, ha scagliato l’attrezzo a 11,00 m, realizzando la seconda misura che gli è valsa poi la splendida medaglia e il titolo di vice-campionessa europea: <<Potevo fare sicuramente meglio, ma l’incidente accaduto all’atleta polacca (strappo del bicipite femorale n.d.r.) mi ha un po’ frenata.>> queste le parole della Proietti dopo la gara.

Oltre al peso, Pasqualina è stata impegnata anche nelle gare di lancio del martello e lancio del disco, piazzandosi rispettivamente in 6^ e 5^ posizione: <<Mi dispiace solo di non essere riuscita a fare di meglioPasqualina Pannunzi Proietti, la Belva marsicana vice campionessa europea nel getto del peso a Jesolo in quella che è la mia specialità, il disco, ma purtroppo la pedana bagnata ha avuto la meglio. Ho visto, nel corso degli anni, tanti incidenti dovuti alla pedana scivolosa e non riesco mai a stare tranquilla in quel caso. Considerando ciò, comunque, sono arrivata quinta in Europa ed è una grande soddisfazione.>>

Ora, per la Belva, ci sarà del meritato riposo dopo le fatiche negli allenamenti estivi che l’hanno preparata al grande appuntamento: <<È stato un periodo molto dispendioso, ma fortunatamente ho avuto a fianco il tecnico che mi segue da quando ho 18 anni, sempre con la stessa passione e la stessa professionalità: Concetta Balsorio. La componente motivazionale, in uno sport individuale come l’atletica leggera, è importantissima e la professoressa, nonostante le molte difficoltà dovute all’impianto dello Stadio dei Pini, c’è sempre.>>

Per quanto riguarda i prossimi impegni la Proietti ha già le idee abbastanza chiare: << L’idea è quella di partecipare agli Europei Indoor di Braga, a marzo. Sicuramente parteciperò nelle mie singole specialità, e forse mi cimenterò anche nel pentathlon, ma non decido mai così in anticipo!>>