Palco del Festival davanti a monumento dei caduti. Di Marco Testa: “Una mancanza di rispetto”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

“Da sabato pomeriggio 9 settembre 2017 e per tutta la giornata di domenica la nostra bella cittadina, già addobbata da bandiere tricolori, ospiterà il raduno degli Alpini della 3^ Zona. Per l’occasione verrà inaugurato un nuovo monumento in ricordo dell’Alpino (presso il campo sportivo) realizzato dai volontari della locale Sezione di Tagliacozzo”. E’ quanto afferma in un comunicato il consigliere di minoranza Maurizio Di Marco Testa.

“A tal proposito, vorrei fare qualche considerazione in merito alla scelta dell’Amministrazione comunale di montare il palcoscenico del Festival di Mezza Estate all’interno del parco della Rimembranza (c.d. giardinetti pubblici) davanti al monumento ai Caduti. Considero questa scelta una mancanza di rispetto. Un monumento ai Caduti vuole ricordare il senso del dovere come monito e insegnamento per le nuove generazioni; non è pezzo di marmo! Esso custodisce l’anima di tutti i caduti in tempo di guerra e di pace per difendere la patria e la democrazia, come le 62mila Penne Nere che partirono per la campagna di Russia e solo 19mila fecero ritorno alle loro case e famiglie”.

“La bandiera TRICOLORE ammainata davanti al monumento e lasciata appesa per tutto il periodo del festival non ha fatto e non fa onore a tutti i Valori e all’Unità d’Italia che essa rappresenta. Sindaco Vincenzo Giovagnorio e Amministrazione comunale, nel corso della manifestazione di sabato e domenica, facciamo tutti tesoro dei valori che gli Alpini ci vogliono tramandare con la speranza che certe scene non si ripetano più.Grazie ‘Penne Nere'”.




Lascia un commento