Nuova Santegidiese – Pucetta. Il racconto della gara



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Contro la Nuova Santegidiese arriva la quinta sconfitta stagionale contro una formazione che prima di questa domenica aveva il miglior attacco stagionale. Giocare ogni tre giorni per una squadra come la formazione gialloblù non è semplice ed infatti alla fine i ragazzi di mister Giannini sono arrivati stremati dopo aver dato tutto in campo.

Rispetto alla partita casalinga contro il Fontanelle, mister Giannini schiera titolare il rientrante Liberati, mentre indisponibili sono capitan Paolini e Zazzara. Come detto il potenziale offensivo dei padroni di spessore e si fanno notare subito al 7′ con Di Blasio, ma il suo tiro è fuori bersaglio. Il Pucetta prova a rispondere un minuto dopo con Mattei, il quale dopo aver lanciato Barrow nello spazio, e dopo la combinazione del gambiano con Di Virgilio, la palla gli torna disponibile sul destro, l’ex Amiternina conclude da fuori, ma coglie in pieno la traversa. Risponde Pietrucci al 9′, dopo una bella azione di Traini, ma il suo interno piede è impreciso e largo e l’occasione sfuma. Al 12′ ci prova Fabrizi dalla distanza ma Colella c’è e si rifugia in angolo. Due minuti dopo ci prova Di Blasio, ma apre troppo il piattone e la sfera termina lontano dalla porta. Al 17′ l’episodio che rompe l’equilibrio: Di Virgilio va al tiro nel cuore dell’area, Angelini intercetta prima con le gambe e poi forse con le mani. Non è chiaro se il tocco di mano avviene con il braccio sinistro del difensore giallorosso, coperto proprio dal corpo del giocatore, fatto sta che Piovesan di Treviso decreta il penalty che Idrofano realizza con freddezza.
Il Pucetta non accelera e non riesce a contenere la reazione dei padroni di casa che pareggiano su una disattenzione. Da un corner battuto da Fabrizi, Beati è bravo ad anticipare Castellani, Colella è bravo ad evitare il gol, ma per Di Di Blasio è un gioco da ragazzi ribadire in rete. Pareggio della Sant e giallorossi che continuano a spingere. Al 26′ ci prova Bizzarri dalla lunga distanza, ma la staffilata del laterale di casa termina sul fondo. Al 31′ clamorosa occasione di Di Blasio che solo davanti alla porta, per tre volte, non riesce a segnare anche per merito di un superlativo Colella che in questa mischia furiosa evita anche un autogol.
La Sant spinge e al 44′ è il turno di Di Giorgio, ma il suo tiro dal limite è centrale e Colella para a terra. I gialloblù non riescono a rendersi pericolosi non tanto per la bravura dell’avversario, quanto per alcuni errori decisivi in fase di impostazione: infatti in due casi il Pucetta difetta nell’ultimo passaggio e nel terzo, mentre da un giro palla della difesa, l’errore risulta fatale, perché Di Giorgio ruba palla e si invola verso l’area, lasciando partire un destro che fulmina Colella proprio poco prima del duplice fischio di Piovesan.
Si riprende dunque con il risultato di 2 a 1 e il Pucetta tenta di riacciuffare il pareggio con Mercogliano al 5′, ma la conclusione è centrale. Due minuti dopo Traini cerca il numero, ma dopo il sombrero il suo tiro non crea problemi a Colella. Al 10′ ci prova anche Bizzarri di testa da corner battuto da Fabrizi, ma il pallone si perde sul fondo. Poco dopo ci prova anche Di Giorgio su assist di Di Blasio, ma il suo destro è troppo largo. Al 18′ episodio dubbio in area giallorossa, con Barrow che corre guardando la porta ed Orsini che gli si frappone nella corsa. Per Piovesan è tutto regolare. Al 20′ Mercogliano cerca di suonare la carica con una serpentina alla Pastore in area di rigore, ma il suo tiro di sinistro viene respinto da Orsini con un bagher pallavolistico. Sulla respinta si avventa Valente di testa, ma la conclusione è debole. Al 24′ Pietrucci, tra i migliori in giallorosso, si invola verso l’area e cerca la conclusione, la sfera sorvola la traversa. Un minuto dopo in contropiede Pietrucci conclude a botta sicura, trovando però Di Stefano, sulla ribattuta Pediconi spreca tutto mandando alto sopra la traversa. Il Pucetta non riesce più a creare pericoli alla porta di Orsini, mentre ad un minuto dal termine Fabrizi trova Fini che incrocia sul secondo palo, ma la palla esce di poco.
Per il Pucetta è il momento di archiviare questa gara e di trarre le giuste motivazioni perché domenica a Canistro arriverà la capolista in un match che ha quasi il sapore di un derby antico.

Tabellino: Nuova Santegidiese – Pucetta: 2-1

Nuova Santegidiese: Orsini, Bizzarri, Angelini, Fabrizi, Tarquini, Beati (26′ st Cimiconi), Di Giorgio, Pietrucci (29′ st Zenobi Simone (’94)), Pediconi, Traini (11′ st Fini), Di Blasio (38′ st Maiga). A disp.: Carfagna, Zenobi Simone (’00), Di Girolamo, Celani, Moscarini. All.: De Amicis.

Pucetta: Colella, Tavani (14′ st Paris), Di Stefano, Liberati, Castellani, Idrofano, Valente (26′ st De Lucia), Mattei (20′ st Mancinelli), Barrow, Mercogliano, Di Virgilio. A disp.: Dell’Unto, Di Silvio, Pascucci, Tarola G.. All.: Corrado Giannini.

Arbitro: Piovesan di Treviso.
Reti: 17′ pt Idrofano su rig., 24′ pt Di Blasio, 45′ pt Di Giorgio.
Note: Ammoniti: Angelini, Barrow, Pietrucci, De Lucia
Angoli: 5-4