Natale all’Opera” al Cilea di Reggio Calabria diretto dal M. Jacopo Sipari di Pescasseroli



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Pescasseroli – Sabato 22 dicembre, alle ore 20.30, grandi scene d’opera con un cast stellare che vede Anna Maria Chiuri, Orlin Anastassov e Roberto Scandiuzzi, e con la straordinaria direzione del giovane talento abruzzese

Ormai manca pochissimo a uno dei momenti più intensi della stagione 2018-2019 del “Rhegium Opera Musica Festival”, sezione “Classica Mediterranea” promossa dall’Orchestra del Teatro Cilea e dal Coro Lirica Cilea. Sabato 22 dicembre, alle ore 20.30, sarà proposto il concerto “Natale all’Opera”, basato su quadri d’opera tratti da “Aida”, “Turandot”, “Don Carlo”, “Rigoletto” e “Il trovatore”.

Sul podio dell’Orchestra del Teatro Cilea di Reggio Calabria il M. Jacopo Sipari di Pescasseroli, giovane eccellenza italiana dalla carriera veramente impressionante.

Il programma che miscela musiche verdiane e pucciniane, sarà interpretato da Marily Santoro, Alexandra Zabala, Ilenia Morabito, Giuseppe Talamo, Davide Ryu, Isik Belen e Salvatore Grigoli, e prevede la straordinaria partecipazione di Anna Maria Chiuri, Orlin Anastassov e Roberto Scandiuzzi. Sosterrà i solisti il Coro del Teatro Cilea, istruito dal M. Bruno Tirotta. Le diverse scene saranno introdotte dalla narrazione di Letizia Trunfio.

“È per me un grandissimo onore essere invitato a questo prestigioso festival a Reggio Calabria. Ho sentito e ho letto un gran bene del Rhegium Opera Musica Festival e farne parte mi inorgoglisce. È la prima volta che lavoro al Teatro Cilea e che dirigo il Coro e l’Orchestra di questo importate Teatro che vanta dei fasti significativi e che sta riprendendo vita dopo un lungo momento di silenzio. Per me è una grandissima gioia potermi confrontare con nomi della lirica di tale spessore, solisti di fama internazionale, operazione del direttore artistico Domenico Gatto che ha saputo orchestrare al meglio tutto, e non in ultimo la stessa scelta del programma di questo concerto. Trovo magnifica, in primis, l’idea di realizzare un concerto di Natale con delle scene di opere in quanto rende omaggio alla grande cultura italiana e collega un momento particolare e tradizionale come quello natalizio, in cui evidentemente tutti noi riscopriamo i sentimenti più belli e riviviamo pienamente la famiglia e gli affetti più cari, con l’opera che è probabilmente la nostra eredità musicale più grande. Si eseguiranno le pagine più intense di «Aida», «Don Carlos», «Il trovatore» «Rigoletto» e «Turandot» che sono alcune tra le opere più rappresentative della nostra cultura, e ciò rendere questa serata ricca di tutte quelle emozioni che soprattutto nel tempo di Natale noi tutti aneliamo”, afferma il direttore d’orchestra abruzzese, Jacopo Sipari di Pescasseroli.