fbpx
lunedì, 1 , Marzo

Carabinieri forestali soccorrono un escursionista disperso sul Monte Morrone

Nel tardo pomeriggio di giovedì 25 febbraio, una pattuglia della Stazione Carabinieri Forestale di Sulmona, allertata dalla Centrale Operativa 112, è intervenuta nelle ricerche...

Prima pagina

Matteo ed Edoardo: due marsicani nella staffetta di Alex Zanardi “Obiettivo Tricolore”

Marsica – Dopo il tragico incidente che ha coinvolto Alex Zanardi con la sua handbike, la staffetta di “Obiettivo Tricolore”, di cui l’ex pilota faceva parte, ha continuato a pedalare lungo le strade d’Italia al grido di “Insieme per Alex”, affinché gli sforzi e il messaggio del grande campione non vengano vanificati. Ieri pomeriggio la carovana di “Obiettivo Tricolore” ha attraversato l’Abruzzo e ha avuto come protagonisti due giovanissimi marsicani: Matteo Bandoni, quindicenne di Scurcola Marsicana, ed Edoardo Luce, quindicenne di Avezzano.

- Advertisement -

L’obiettivo di questa staffetta, che si svolge come forma di allenamento, è solidale e simbolico. L’iniziativa vuole portare un messaggio positivo: il segno di rinascita del ciclismo, dello sport e del mondo paralimpico dopo l’emergenza Coronavirus” ci spiega il giovane Matteo Bandoni, nipote del famoso ciclista Vittorio Marcelli, Campione del Mondo in linea tra i dilettanti a Montevideo nel 1968, e poi professionista dal 1969 al 1970.

I ragazzi marsicani, della scuola di ciclismo “Moreno Di Biase” di Lanciano, hanno affiancato l’atleta lancianese Fabio Serraiocco, paraciclista di categoria C5, per una tappa lunga ben 110 km partita da Villetta Barrea e giunta a Lanciano in circa cinque ore.

L’atleta Fabio Serraiocco, a conclusione della tappa, ha ringraziato i due giovani ciclisti per avergli dato tanta energia durante tutto il percorso.

La staffetta continua, per Zanardi e non solo. La ripartenza sarà da Lanciano fino a Termoli. “Obiettivo Tricolore” deve raggiungere Santa Maria di Leuca, in Puglia, come previsto, domenica 28 giugno.

Latest Posts

Ultim'ora