La Marsica dice addio a Cesare Placida



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Tutta la Marsica piange la morte di Cesare Placida, educatore penitenziario, morto all’età di 75 anni. A darne l’annuncio è stata l’Associazione fotografica Amici dell’Immagine di Magliano de’ Marsi, la cui vice presidente è la figlia dell’educatore, la professoressa Roberta Placida.

“Un uomo di spiccata cultura e altissima sensibilità artistica, sempre vicino alle attività associative”, commentano gli Amici dell’Immagine, “lascia i suoi cari nel dolore e apre un vuoto enorme in tutti i componenti dell’Associazione che si stringono in un abbraccio di conforto a Roberta e alla sua famiglia”.

Placida aveva compiuto il 6 novembre, 75 anni. Nato a Tivoli abitava con la famiglia a Frosinone. Arrivò ad Avezzano quando vinse il concorso da educatore penitenziario. Un lavoro che ha svolto sempre con umanità e amore. Amava scrivere, amava la sua famiglia e la vita. Uno degli ultimi racconti che ha scritto si intitola “E’ l’ora… Andiamo…”.

“E’ stato un padre meraviglioso”, commenta la figlia Roberta, “un marito presente e un nonno che sapeva ridere e giocare con i suoi nipoti e insegnare loro la vita”.

Placida lascia, oltre a Roberta, il figlio Massimo, la moglie Guerrina, i nipoti Ilaria, Emanuele e Chiara e il genero Alessandro, che ha sempre trattato come un figlio.

I funerali si terranno oggi alle 18, nella chiesa dello Spirito Santo.




Lascia un commento