Juan Carrito cerca cibo nei cassonetti, dopo la segnalazione di Salviamo l’Orso ci saranno nuove isole ecologiche



Abruzzo – Negli ultimi giorni si sono sviluppate diverse polemiche in merito a una lettera piuttosto critica che Stefano Orlandini, presidente dell’associazione Salviamo l’Orso, costituita da volontari lavorano per la salvaguardia dell’orso bruno marsicano, ha inviato al Sindaco di Roccaraso. Il famoso centro abruzzese, come abbiamo imparato, è divenuto una delle mete preferite dell’orso Juan Carrito che, purtroppo, riesce a trovare cibo anche tra i rifiuti raccolti dai cassonetti del luogo.

Salviamo l’Orso ha fatto rilevare quello che accade a Roccaraso “mette in gravissimo pericolo non solo l’animale stesso ma anche residenti e turisti“. Le critiche dell’associazione sono precise: “Ci chiediamo cosa aspetti il Prefetto ad imporre al Sindaco Francesco Di Donato e alla sua giunta comunale una soluzione definitiva al problema dei cassonetti lasciati all’aperto a disposizione di Carrito e magari di qualche altro orso che potrebbe iniziare a frequentare lo stesso territorio“.

La presa di posizione dei volontari che difendono Juan Carrito, e gli orsi bruni marsicani come lui, ha sortito effetti immediati. Infatti il Sindaco di Roccaraso ha risposto che saranno presto realizzate nel territorio comunale ben 10 isole ecologiche. E’ importante, infatti, che né Juan Carrito né altri esemplari d’orso possano sfamarsi con ciò che riescono a trovare semplicemente ribaltando i cassonetti dei rifiuti. Ne va della salvaguardia degli animali ma anche della sicurezza dei cittadini dei centri in cui gli orsi possono muoversi.



Leggi anche