Inaugurazione del  Rifugio “Casale da Monte”  a mt.  1150



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Forme –  Pochi chilometri più in là della tua realtà ed una immagine di bellezza e di tranquillità ti pervade.

Nel silenzio il contatto con la natura, istanti che ti arricchiscono che ti inebriano e ti portano lontano , anche solo per poco, da ciò che ti  schiaffeggia ogni giorno con avvenimenti che trafiggono il cuore.

Poi,  come un pizzicotto che ti risveglia dal sonno, entri  nel perché sei lì.

Una delle tante oasi di pace per chi ama la montagna e tutto ciò che ancora Madre natura offre, un casale  ristrutturato che diventa rifugio per gli escursionisti.

L’Amministrazione Comunale di Massa d’Albe già nel 2001 ebbe l’intento di ridare vita alla struttura e poi, varie problematiche e precedenti cattive gestioni,  avevano fermato le prospettive del  rilancio.

Dopo una pubblica gara, finalmente,  è stato approvato uno dei progetti per  l’ assegnazione della gestione del casale.  Risponde e vince  la A.S. La Pineta presidente Lorenzo De Cesare.

Il sindaco Giancarlo Porrini ha sottolineato l’importanza  della restituzione della struttura per la valorizzazione del territorio.  “L’intenzione della Amministrazione, lo sforzo fatto per il restauro di questo casale per renderlo di nuovo fruibile, è stato proprio dare agli amanti della montagna la possibilità di poter fare i percorsi da loro preferiti  in questa natura incontaminata e bellissima. Si può venire per una passeggiata, o in mountain bike o a cavallo per chi vuole fare escursioni sul Velino o sul Monte Cafornia  e, come punto di appoggio,  si offre questo rifugio.  Molteplici motivi tra cui gestioni non proprio professionali  a cui hanno fatto seguito fermi amministrativi, e qualche altro contrattempo nel  corso degli anni , hanno impedito la valorizzazione definitiva del territorio, adesso seguiremo con attenzione la nuova gestione   affinché  possa procedere professionalmente  e servire correttamente gli interessi di tutti coloro che vorranno usufruire della struttura.  Il periodo di concessione è della durata di 5 anni.   Abbiamo fatto anche un intervento per rendere più agevole e fruibile il percorso facilitandone così l’accesso  perché ora il passaggio è  perfettamente percorribile. Adesso la strada è degna di tale nome . Il Rifugio Casale  del Monte è una delle perle di Massa d’Albe oltre al sito archeologico di  Alba Fucens,  l’anfiteatro romano, la chiesa monumentale di San Pietro. Bellezze e tesori del comune di Massa d’Albe che questa Amministrazione intende valorizzare al massimo,  per creare un turismo continuo tale da apportare beneficio alle realtà presenti sul territorio. “

L’assessore  Alessandro Ercole con delega all’ Ambiente – Lavori pubblici – Urbanistica – Protezione civile, del Comune di Massa d’Albe  è stato perno fondamentale per l’evoluzione del  progetto di assegnazione della concessione della struttura nello stato di fatto in cui si trovava.

Lorenzo De Cesare  presidente della A.S. “La Pineta” ed  i  soci,  tutti appassionati di montagna, hanno risposto al bando di gara pubblico per la concessione in uso della struttura,  al quale  hanno  partecipato  altre quattro società.  Dopo la selezione di gara, il loro progetto è risultato il migliore per la commissione tecnica che ha dato la valutazione e  l’ha giudicata assegnataria . Il presidente Lorenzo De Cesare ha focalizzato i punti  di forza che hanno dato quella spinta giusta per vincere.

Questo è un rifugio pedemontano, e noi abbiamo presentato un progetto di valorizzazione del casale inserendolo proprio in questo contesto meraviglioso.  Nel nostro staff ci sono grandi esperti di montagna,  delle guide alpine  ed anche del soccorso alpino,  pertanto persone con delle caratteristiche e delle professionalità molto elevate e spiccate specificatamente per la montagna.”

La gestione quotidiana è affidata a Fabrizio Franceschini   che accoglierà  visitatori  ed  ospiti e si occuperà anche della ristorazione. Per gli aspetti della montagna  a lui si affianca la guida alpina Pierluigi Taccone, ed  il dott. Gianfranco Gallese che, per anni , è stato presidente del Soccorso Alpino.

Un commosso ricordo di Lorenzo  De Cesare è andato a  Piero Concia, già presidente del CAI,  compagno nella  ideazione del progetto   scomparso lo scorso anno,   poco prima dell’apertura delle buste.

Si parte oggi grazie anche alla collaborazione del presidente del CAI Tonino Di Palma .

Dopo i discorsi di rito del Sindaco Porrini e del Presidente De Cesare,  la benedizione è stata impartita da don Patrizio Ciccone, parroco della chiesa di Santa Lucia a Magliano dei Marsi.

L’intervento economico per  lavori  ed acquisto dei materiali sostenuto dalla AS “La Pineta” è di circa 30 mila euro ,  ridotta grazie all’aiuto della  mano d’opera dei propri amici e sostenitori, in primis i ragazzi del  Rugby Avezzano. 

Il Rifugio “Casale del Monte” ha  20 posti letto suddivisi in due camere ovviamente con  bagno. Si è provveduto all’abbattimento delle barriere architettoniche dotando la struttura anche di un bagno per disabili.

E’ allestita anche una cucina professionale, in quanto è attivo il servizio ristorante che prevede nella sala una capienza  di circa 40 posti. Ovviamente per il pernotto è necessaria  la prenotazione.

Pensi – continua De Cesareabbiamo avuto già un grosso riscontro nonostante non avessimo ancora fatto l’inaugurazione, da Foligno ci è pervenuta la prenotazione, per il 23 luglio,  di un gruppo di 12 persone che desidera andare in escursione sul Velino.”

Costi assolutamente contenuti  per un rifugio di montagna proprio nello spirito della massima diffusione della funzionalità della struttura, pertanto  viene applicato il tariffario CAI per questa categoria.

Per il pernotto,  il costo è di 20 euro per i non soci CAI e di euro 10,00 per i soci .

Per prenotazioni ed informazioni Fabrizio Franceschini  :  345.1626570

Facebook : Rifugio Casale da Monte

La pagina web è in fase di realizzo.




Lascia un commento