Immacolata di Celano, il sindacato CISL FP “Preoccupazione per la vendita che non dà certezze di occupazione e mantenimento”


Celano – La CISL FP nel dibattito di questi giorni sulla Casa di Cura L’Immacolata di Celano vuole fare chiarezza.
“L’Ordinanza n. 55 del Presidente della giunta  Regionale Marsilio, prevede che dall’11 Maggio 2020 le strutture sanitarie pubbliche e private debbano riaprire seguendo un cronoprogramma per l’emergenza COVID 19.  Per la riapertura le strutture sanitarie seguendo un’indicazione del DPCM si stanno attrezzando nel fare i tamponi a tutto il personale sanitario che vi lavora” .

“La CISL FP la settimana scorsa ha inviato una richiesta di incontro sindacale con la Casa di Cura L’Immacolata per dirimere tutte le questioni inerenti sia la riapertura che la vendita della struttura.  Ieri sera il Presidente del Consiglio di amministrazione della struttura Dr. Dall’Aglio ha inviato via email ai sindacati una nota di riscontro alla richiesta di incontro, dove informa che  per la riapertura della struttura si sta procedendo  ad una convenzione per poter fare i tamponi a tutto il personale e predisporre gli stessi per i pazienti che accedono alla struttura.” 

“Altra importante informazione che comunica il Dr. D’Allaglio è che intende avvalarsi della proroga delle prestazioni di integrazione salariale (FIS) o cassa integrazione come da DPCM. Mentre riguardo alla richiesta della CISL FP relativa alla vendita della struttura, risponde che allo stato data l’emergenza COVID  nulla è cambiato e che stanno portando avanti la trattativa”. 

“Nella giornata di oggi il Consiglio di Amministrazione del gruppo che fa capo alla Casa di Cura Immacolata si riunisce a Roma per una serie di decisioni da prendere che alla luce della comunicazione anticipata al sindacato si spera dia risposte positive per la struttura di Celano”. 

“La Cisl ritiene che allo stato attuale uno dei problemi per la Clinica sia dovuto al fatto che con le dimissioni del Direttore Generale della struttura dr. Ramponi, manchi una figura di coordinamento tra Celano e Roma, per questo motivo,  fa un appello al CDA affinchè venga al più presto nominato un sostituto. Ma il vero motivo che preoccupa tutto il territorio Celanese e Marsicano è la vendita della struttura annunciata a suo tempo che al momento data la situazione di emergenza non da certezze di occupazione e mantenimento della struttura.
La CISL FP che non starà a guardare sarà a fianco dei lavoratori sempre e comunque pronto a tutte le iniziative del caso”, dichiara il Responsabile CISL FP territoriale Giuseppe Capoccitti.

 

                                                                         


Invito alla lettura

Ultim'ora

Avezzano si prepara a salutare la clinica Santa Maria: verrà demolita

Avezzano – Da tempo in preda al degrado la struttura della clinica Santa Maria di Avezzano verrà demolita. La città di Avezzano dunque si prepara a salutare un altro edificio ...


Problemi alla linea elettrica sulla ferrovia Avezzano-Sulmona: riapertura prevista slittata a settembre

Contrariamente a quanto inizialmente previsto da RFI la risoluzione del problema alla linea elettrica sulla ferrovia Roma-Avezzano-Sulmona-Pescara sta andando per le lunghe. La previsione di ...

Ortona dei Marsi, a breve entrerà in funzione il nuovo pulmino donato dal PNALM

Ortona dei Marsi – Sta per entrare in funzione il nuovo pulmino del comune di Ortona dei Marsi, totalmente elettrico e donato dal Parco Nazionale ...

Cane legato ad un palo e abbandonato tra i rovi sotto il sole nei pressi dello zuccherificio, ora cerca una nuova casa

Si avvicina ferragosto e, come purtoppo accade ogni anno, cresce il numero degli animali domestici abbandonati. L’ultimo episodio è stato segnalato nei pressi dello zuccherificio ...

Auto in fiamme sull’autostrada A 25 nei pressi di Cocullo

Oggi intorno intorno alle 15.30, sull’autostrada A 25, tra Sulmona e Cocullo all’altezza del Km 127, un’automobile è andata in fiamme. Oltre 2km e mezzo ...