Guerra alla droga, oltre 40 imputati, la rete di spaccio in Marsica svelata dalle “intercettazioni”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Frasi come “una ragazza bionda” servivano a  definire un quantitativo di cocaina o sostanza simile alla cocaina, mentre “una ragazza nera” doveva definire un quantitativo di hashish o di sostanza stupefacente simile.Questi erano solo due dei “codici” che venivano usati da alcuni dei malviventi fermati dalle forze dell’Ordine in una maxi operazione contro la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti nella Marsica.

Il numero di imputati è da far tremare i polsi, si parla di quarantaquattro soggetti, tra marsicani e marocchini, tutti tra un’età compresa tra i venticinque e i sessant’anni circa. Il Fucino come un market della droga, che una vasta attività di pedinamenti e intercettazioni delle Forze dell’Ordine, ha ricostruito nei dettagli.

Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti è il reato attribuito alla quasi totalità degli imputati. L’utilizzo di linguaggi cifrati per non far intuire le vere finalità delle “trattative telefoniche”, non è stato sufficiente a salvarli dal loro destino.

Dalle indagini durate molti mesi è emersa una fitta rete di spaccio che estendeva i suoi tentacoli in tutta la Marsica, ma soprattutto nei paesi di Luco dei Marsi, Trasacco, San Benedetto Dei Marsi e Avezzano. L’organizzazione dedita allo spaccio di varie sostanze stupefacenti, era molto radicata sul territorio e sicura di se. Le forze dell’ordine sono comunque riuscite a sradicare in maniera netta una rete di contatti e di relazioni, che emerge molto ben articolata con persone che raccoglievano gli ordini, persone che li lavoravano e altri che spacciavano al consumatore finale.

I soprannomi dati ad alcuni degli imputati sono proprio quelli che sentiresti nei film, il Guercio, il Pelato, il Taliban, il Cuffietta sono solo alcuni. Interessante e incredibile il linguaggio in codice utilizzato da alcuni degli imputati.

Quanto emerso dallo sbobinamento delle intercettazioni ambientali e telefoniche evidenzia che le sostanze stupefacenti erano definite nel codice di vendita come quantitativo, quantità e qualità. Frasi di uso comune come “tre ragazze bionde sane” facevano intendere un quantitativo di cocaina o sostanza affine, oppure una “ragazza nera” per definire hashish o una sostanza simile.

Quantitativi tutt’altro che per uso personale venivano spacciati, “Dieci minuti” di cocaina costavano seicento euro o “mezza pagnotta” di hashish millecinquecento Euro.

I “pantaloni” sembrano essere i panetti hashish e le “camicie” i grammi di cocaina.
Una richiesta tipo poteva essere “procurami 4 camicie e 7 pantaloni”.

In codice anche i reclami da parte degli acquirenti, che definivano una sostanza di scarsa qualità come “tutta terra morbida”.

Oltre che alle classiche richieste, “cinque Euro di o dieci Euro di…”, diversi e fantasiosi erano alcuni degli altri codici usati per definire le varie sostanze; eccone alcuni esempi che a vario titolo indicavano le diverse sostanze stupefacenti:

  • “tre caffè”
  • “dieci o venti minuti di”
  • “due ragazzi”
  • “un ragazzo grande”
  • “birre buone”
  • “cinque patate”
  • “una mano”
  • “un po’ di bianca”
  • “un giochetto”
  • “una del paese”
  • “due persone buone”
  • “una ricarica da..”

Ecco i nomi degli imputati e il luogo della loro ultima domiciliazione conosciuta, alcuni risultano irreperibili e quindi allo stato attuale, ricercati.

Hammoudi Allal
Nassite Abderrazak
Bouam Tariq irreperibile
El Mamouni Khalid Avezzano
Takil Hicham Celano irreperibile
Assinate Radoine Luco dei Marsi
El Aswad Alhassan irreperibile
Camardese Aroldo San Benenedetto
Charik Abdelkebir San Benedetto
Melouane Hassan Celano
El Madi Adberrafik Fabriano
D’elia Luca San Benedetto
Trabuzzo Cristian San Benedetto
Iacobacci Maurizio Luca San Benedetto
Di Sipio Alberto San Benedetto
Bucci Mario Celano
Banattar Hassane irreperibile
Sadok Abdelmoutalib Avezzano
Sebatorijal Kamal irreperibile
Rabbah Rachid irreperibile
Belaich Abdekmula Luco dei Marsi
Cherubini Ennio San Benedetto
Boukrama Laid Avezzano
Khaoudi Miloudi L’aquila
Assinate Omar Luco dei marsi
Er Raih Yassine L’aquila
Zoghlami Wael irreperibile
Abouayoub Hicham irreperibile
Bouziane Mustapha irreperibile
Tahiri Mohamed Luco Dei Marsi irreperibile
Tahiri Abdellatif irreperibile
Chibany Aziz Lecce dei Marsi
El Yousfi Mourad Luco Dei Marsi
Hellal Mohamed Trasacco
Berrauah Driss irreperibile
Loudifa Rachid irreperibile
Badi Abdelilah Avezzano
Lahrach rachid San Benedetto
Adraoui Khalid Avezzano
Dakier El Mostafa Luco Dei Marsi
Oiraq Abderrazek Avezzano
Di Giamberardino Emilio Luco Dei Marsi
El Fannichi Abdelhadi irreperibile
Maqori Abdessadik irreperibile

 

Ora dovranno comparire tutti dinanzi al GUP, Anna Maria Mastelli. A chiederlo è stato il Pubblico Ministero Roberto Savelli che si è occupato di tutta la fase delle indagini preliminari.

La data per fissata per l’udienza preliminare è l’otto gennaio duemiladiciannove, nella quale gli imputati potranno avvalersi anche del rito abbreviato o chiedere un patteggiamento della pena.

Gli avvocati della difesa sono: avvocato Luciana Lisciani del foro di Avezzano, avvocato Mauro Ceci del foro di L’Aquila, avvocati Luca e Pasquale Motta del foro di Avezzano, avvocato Pasquale Milo per foro di Avezzano, avvocato Fernando Longo del foro di Avezzano, avvocato Antonio Carlini del foro di Avezzano, avvocato Mirella Bacchetta del foro di Avezzano, avvocato Leonardo Casciere del foro di Avezzano.

 



Redazione Contenuti

Ad Avezzano torna la favola invernale di “Magie Di Natale”, eventi, mercatino natalizio, pista di pattinaggio e molte altro per il natale marsicano

Avezzano – Le vetrine dei negozi sono già addobbate a festa, i piazzali dei centri commerciali illuminati da migliaia di decori scintillanti.  Ad arricchire l’atmosfera dell’evento che più di ogni altro ha il sapore delle festività, dopo il forzato stop dovuto alla pandemia, torna MAGIE DI NATALE, l’atteso appuntamento del 2021. Organizzato dal Comune di

Lascia un commento