Festeggiamenti con prescrizioni a San Benedetto dei Marsi. Sindaco D’Orazio: “soddisfatto dell’esito della vicenda”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

San Benedetto dei Marsi – Poco prima di Ferragosto il Sindaco di San Benedetto dei Marsi, Quirino D’Orazio, aveva reso noto di aver ricevuto il diniego “in ogni sua forma” alla celebrazione della patrona del paese, Santa Maria Goretti, da parte della Questura. Il primo cittadino aveva quindi deciso di scrivere alla Questura e alla Prefettura per avere un incontro e trovare una soluzione al problema nel pieno rispetto della normativa anti Covid.

Giunge ora, finalmente, una buona notizia che Quirino D’Orazio non ha mancato di condividere con i suoi concittadini: “La mia richiesta rivolta al Questore ed al Prefetto di L’Aquila, ha sortito gli effetti sperati” scrive il Sindaco. Dopo una conferenza telematica, “si è deciso di venire incontro alle esigenze della Comunità di San Benedetto dei Marsi ed optare per un piano di safety and security molto scrupoloso, che consentirà ai Cittadini di San Benedetto dei Marsi, di poter onorare i propri Santi Patroni“.

Le celebrazioni dedicata a Santa Maria Goretti sono previste per i giorni 27, 28 e 29 agosto e potranno esserci “in forma statica“, come ha spiegato D’Orazio. Si è quindi giunti a un compromessoche tiene necessariamente conto delle norme dettate per contrastare l’emergenza epidemiologica in corso e quelle di una Comunità legata fortemente alle proprie tradizioni“.

Il Sindaco si è detto soddisfatto di come la vicenda si è conclusa e si auspica “massima collaborazione e massimo rispetto delle prescrizioni da parte di tutti, nella speranza che per l’anno prossimo si possa tornare alla tanto agognata normalità“.