Extracomunitari che delinquono. Il sindaco di Trasacco: “Vanno rimpatriati”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Trasacco. Extracomunitari con precedenti per furti, spaccio e attività illecite che continuano a delinquere. Il sindaco di Trasacco, Mario Quaglieri, scrive al prefetto Francesco Alecci, al questore Alfonso Terribile e al comandante della locale stazione dei carabinieri, il luogotenente Armando Croce.

“Visto il crescente aumento di extracomunitari”, scrive nella nota il sindaco Quaglieri, “che delinquono sul nostro territorio, con precedenti penali per furti, spaccio, attività illecite o pericolose, causa di disagi per la nostra comunità e ritenuti socialmente pericolosi, sono costretto a richiedere l’allontanamento ed eventuale rimpatrio degli stessi. Pertanto chiedo”, conclude il primo cittadino, “alle autorità competenti, di porre in essere tutte le misure necessarie relative alle proprie competenze”.

L’appello del sindaco arriva dopo quanto accaduto l’altra notte, con una lite che si è svolta in mezzo la strada, tra una famiglia di italiani e un uomo di origine marocchina. L’uomo, dopo essere stato portato in ambulanza in pronto soccorso, si è allontanato autonomamente dall’ospedale. Non ha presentato denunce. Non lo ha fatto nemmeno l’imprenditore edile del posto.




Lascia un commento