“EcoEventi”, a Roccacerro e Villa San Sebastiano collaudato il nuovo regolamento



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – Due eventi importanti, la festa dei santi patroni San Massimo e Maria Santissima a Roccacerro (16 agosto) e la sagra delle fettuccine a Villa San Sebastiano (17 agosto), sono stati il primo vero banco di prova “sul campo” della bozza di regolamento sulla gestione dei rifiuti nelle feste e sagre, a firma dell’assessore al sociale con delega alle frazioni Manuela Marletta e del consigliere di maggioranza Alessandra Di Girolamo. Il documento era stato presentato in via provvisoria a giugno mentre il testo definitivo sarà redatto dopo l’estate, prima di passare al vaglio della Commissione competente e quindi in Consiglio. Intanto, nel corso della stagione estiva ricca di appuntamenti ed eventi, la nuova normativa viene testata e applicata nella pratica, al fine di individuare eventuali modifiche e integrazioni. Essenziale la collaborazione delle Pro loco, che nell’organizzazione degli eventi dovranno coordinarsi con l’Amministrazione, la Segen spa e gli operatori della cooperativa Sherpa che si occupa della produzione e distribuzione del materiale informativo.

Il regolamento intende sensibilizzare la cittadinanza all’adozione di buone pratiche allo scopo, come recita il manifesto, di “ridurre la produzione dei rifiuti, incrementare la raccolta differenziata, minimizzare il consumo di energia e adottare soluzioni di mobilità sostenibile”. Ma in cosa consiste esattamente? Lo abbiamo chiesto a Oliviero Pacetti, presidente della Pro loco di Roccacerro, che si dice soddisfatto di questa prima dimostrazione. “In tema di riciclo, sono già tre anni che forniamo una tazza in alluminio con una cordicella per appenderla al collo da riutilizzare anche negli anni successivi, allo scopo di ridurre il ricorso ai bicchieri di plastica. Inoltre predisponiamo due piccole isole ecologiche con contenitori diversi per piatti, bicchieri, bottiglie e umido. Quest’anno, grazie all’ausilio di due collaboratori Sherpa, abbiamo apposto su ogni contenitore l’oggetto da buttare – una posata, una lattina d’alluminio, un sacchetto di patatine – in modo da indirizzare le persone a gettare i rifiuti in maniera ancora più accurata”. Il divertimento, assicura il presidente, è stato anche dei bambini, coinvolti in questo “gioco virtuoso” di trovare il giusto contenitore per ogni rifiuto.

Piena soddisfazione è espressa anche dalla Pro loco di Villa San Sebastiano dove la rinomata sagra delle fettuccine, giunta quest’anno alla 14a edizione, ha richiamato circa 1.800 persone, nonostante la forte pioggia che si è riversata nel pomeriggio. “All’inizio eravamo preoccupati di non riuscire a rispettare il regolamento, ma è andata meglio di quanto ci aspettassimo”, spiega Elena Subrani, presidente della Pro loco di Villa; “grazie alla competenza del personale Segen e degli addetti Sherpa è stata possibile una gestione ottimale della raccolta, con il risultato positivo di una notevole riduzione dell’indifferenziato. Un suggerimento? Un evento di simile portata richiederebbe almeno un’altra isola ecologica”. Un ringraziamento viene rivolto anche alle firmatarie del regolamento, Manuela Marletta e Alessandra Di Girolamo, che sono state presenti all’evento.

Nei prossimi giorni seguirà un incontro in Municipio con i rappresentanti delle Pro loco che hanno preso parte a questa fase sperimentale per mettere a punto le ultime criticità, prima che il regolamento diventi operativo su tutto il territorio comunale.

"EcoEventi", a Roccacerro e Villa San Sebastiano collaudato il nuovo regolamento




Lascia un commento