Danno fuoco alle sterpaglie e bruciano i boschi. Scattano le prime denunce per l’escalation di incendi nella Marsica



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli. Danno fuoco alle sterpaglie, che siano nei campi di proprietà o limitrofi e poi perdono il controllo delle fiamme, che finiscono anche per bruciare dei boschi.

Sono giorni intesi per vigili del fuoco, Forestali carabinieri e uomini della protezione civile, che si ritrovano a sbalzare da un lato all’altro della Marsica, per cercare di tamponare l’emergenza.

Per l’incendio in località Vigne Vecchie, a Carsoli, le indagini investigative degli agenti della forestale di Pereto, hanno portato ad identificare l’autore, che è stato denunciato per incendio colposo. Si tratta di M.S., 68enne di Roma.

In questi giorni i roghi accesi nella Marsica sono stati tantissimi e per questo sono stati impiegati nell’attività di spegnimento numerosi uomini.

L’ultimo episodio ieri nel Parco Sirente Velino, nella frazione Forme di Massa d’Albe. Solo grazie al rapido intervento degli uomini della protezione civile di Tagliacozzo si è evitato il peggio. Il fuoco è partito da delle sterpaglie e fortunatamente si è riusciti a evitare il propagarsi alla vicina vegetazione. L’area è stata spenta e bonificata. Episodi simili si sono verificati, nel giro di pochi giorni, a Scurcola Marsicana, ad Aielli, Cerchio, Cappadocia, in quasi tutte le frazioni di Tagliacozzo e in numerosi paesi della Valle Roveto.




Lascia un commento